Liceo Majorana e Ites Benedetti volano in Europa con Erasmus+

Nella palestra adiacente al liceo Majorana il 13 novembre e il 20 novembre nell’aula magna dell’itet A.Bendetti, nell’ambito delle azioni di disseminazione del neo finanziato progetto Erasmus+ 2019, denominato Swap (azione Ka102 Vet, mobilità individuale ai fini dell’apprendimento sia degli studenti, sia dei neodiplomati in alternanza scuola-lavoro, che dello staff docenti per la formazione e la qualificazione professionale), sono state convocate assemblee con studenti e genitori per illustrare i dettagli del progetto che ha avuto inizio ufficialmente lo scorso lunedì (25 novembre), dopo la pubblicazione, da sabato scorso (23 novembre), sul sito ufficiale della scuola, del bando di partecipazione, la cui scadenza è prevista per il 22 dicembre..

Il progetto si svilupperà nell’arco di due anni (2020 e 2021) e coinvolgerà 40 studenti, 5 neo diplomati del nostro Istituto e 8 docenti dello staff Erasmus+ 2019.
Il programma Erasmus+, infatti, mette a disposizione complessivamente 40 + 5 borse di studio per l’anno 2020/21, dando la possibilità agli studenti, sia dell’Itet Benedetti che del liceo Majorana, di trascorrere un periodo di 5 settimane (14 settimane per i neo-diplomati) all’Estero ( da scegliere tra Gran Bretagna, Spagna, Francia, Austria) per effettuare un tirocinio di formazione professionale, presso aziende selezionate, in linea con il proprio percorso di studi e con le attitudini e motivazioni individuali.
Allo scadere del termine previsto nel bando, la candidatura degli studenti con i requisiti richiesti sarà valutata da un’apposita Commissione che stilerà le graduatorie dei candidati presumibilmente entro il mese di gennaio 2020.
I ragazzi ammessi al progetto potranno partire nel periodo stabilito (per il primo turno a fine maggio 2020) per la destinazione assegnata, in base alle disponibilità, al proprio profilo e alla posizione in graduatoria.
Le borse di tirocinio hanno l’importante finalità di garantire a tutti gli studenti opportunità di apprendimento internazionali e di qualità, indipendentemente da fattori economici, di genere e da cause di possibile esclusione sociale.
Si tratta infatti di un’opportunità unica che si inquadra nel contesto di cittadinanza Europea: il progetto nasce per favorire, attraverso la mobilità, l’apprendimento di conoscenze e competenze professionali nel proprio ambito di indirizzo e, contemporaneamente, per rafforzare la competenza comunicativa nelle diverse lingue Europee, permettendo poi, agli studenti partecipanti, di investire la formazione acquisita anche nel proprio territorio di origine e attivando al rientro percorsi peer-toper ed eventi di Istituto, al fine di condividere le esperienze vissute con gli altri studenti della scuola.
Per l’organizzazione della permanenza nei diversi Paesi Europei e per l’inserimento nelle imprese, il progetto si avvale della collaborazione in loco di partner, con tutor opportunamente individuati e selezionati sin dalla fase di candidatura del progetto. Il progetto prevede anche la mobilità della componente docenti che potrà svolgere un periodo di formazione professionale di 2 settimane in Europa, dove il nostro staff sarà affiancato ai partner e ai docenti dei Paesi ospitanti per confrontarsi sulla didattica e sulle opportunità di formazione in ambito internazionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.