Porcari, altri 10 cartelli “provocatori” negli stalli per disabili

Prosegue il progetto a fianco di Luccasenzabarriere

Porcari abbatte le barriere e lancia un chiaro messaggio di sensibilizzazione verso i disabili. Prosegue il progetto dell’amministrazione Fornaciari sul tema degli stalli per disabili, che sono stati resi più sicuri e a norma di legge. Un progetto partito a fine 2017, che ha già visto l’installazione di 10 cartelli provocatori con la scritta: Vuoi il mio posto? Prenditi il mio handicap.

Sul territorio verranno installati altri 10 cartelli: i lavori sono stati illustrati questa mattina (4 gennaio) con la presenza della consigliera comunale Eleonora Lamandini, il presidente di Luccasenzabarriere Domenico Passalacqua e il presidente di Albion – sponsor del progetto – Lido Del Carlo.

Un nuovo cartello è già stato installato in via del Municipio, gli altri saranno pronti a breve: “Oggi siamo qui a testimoniare la conclusione di un progetto partito il 19 settembre 2017, quando abbiamo inaugurato il primo cartello – racconta Eleonora Lamandini -. Ci siamo presi questo impegno poco dopo esserci insediati in Comune. Quelli installati sono cartelli provocatori, che hanno l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nel rispettare le regole e le persone disabili. Siamo partiti da un cartello, consapevoli che gli stalli per i disabili avessero dei problemi legati alle misure. Tramite un costante impegno, abbiamo mantenuto la promessa di mettere a norma tutti gli stalli. Non abbiamo solamente adeguato le dimensioni, ma abbiamo anche abbattuto le barriere architettoniche, costruendo delle rampe per una maggiore sicurezza e facilità di accesso ai servizi. A distanza di due anni, il progetto va avanti: sono stati individuati, infatti, altri 10 stalli. Un grazie va Luccasenzabarriere, che ha portato avanti il progetto dei cartelli e stimolato la nostra amministrazione per la revisione degli stalli. Un ringraziamento va anche all’azienda Albion e Lido Del Carlo, sponsor del progetto”.

Nella prima parte del progetto (con Laboratorio 6 come sponsor) i cartelli installati sono stati 10: uno vicino ai monumento ai caduti di fronte al Comune, due ai lati nord-ovest di piazza Felice Orsi, uno in piazza Unità d’Italia, uno in piazza degli Alpini, 2 a Rughi, uno allo stadio, uno in via Centenario e uno davanti all’anagrafe. Adesso il progetto si conclude con altri 10 cartelli: oltre a via del municipio (già installato), i lavori riguarderanno Padule (uno vicino all’asilo in via Boccaione e uno vicino alla chiesa), la scuola media, la farmacia e i cimiteri.

“Sono veramente soddisfatto – le parole di Domenico Passalacqua -. Oggi quasi tutti gli stalli per disabili presenti a Porcari hanno la targa provocatoria. Un cartello che porta un chiaro messaggio: quello della sensibilizzazione. Un progetto partito nel 2017, che oggi giunge alla conclusione. Un grazie a Lido Del Carlo e Albion che hanno creduto nella nostra associazione. Il 30 maggio a Lucca riproporremo la passeggiata in carrozzina: colgo l’occasione per invitare pubblicamente anche l’amministrazione di Porcari”.

“Siamo sensibili verso questa tematica – le parole di Lido Del Carlo -, abbiamo un occhio più clinico e ci rendiamo ben conto delle problematiche. Vogliamo lanciare una proposta, quella di organizzare incontri con varie amministrazioni del territorio con l’obiettivo di far provare ai cittadini la sedia a rotelle per girare il paese. Così ci si rende davvero conto delle problematiche che ogni giorno devono affrontare le persone disabili. Ostacoli giornalieri che, ad esempio, ti portano a rinunciare alla pasta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.