Aree verdi a nuovo, ecco i progetti per Capannori

Al centro dell'iniziativa c'è la partecipazione dei giovani e delle associazioni del territorio

Dare nuova vita al verde pubblico nel centro di Capannori grazie alla partecipazione attiva e alla fantasia di associazioni e cittadini. E’ questo l’obiettivo del progetto #cheparcovuoi che sarà realizzato dall’amministrazione comunale a partire da marzo, con un cofinanziamento della Regione Toscana di 24 mila 500 euro ottenuto grazie a un bando sulla sicurezza integrata e a un contributo comunale di 10 mila 500 euro. L’iniziativa riguarderà il parco pubblico di via del Popolo e l’area situata sul retro del palazzo comunale. Il fine del progetto che si svolgerà fino al prossimo novembre, è quello di incentivare lo sviluppo di una sicurezza partecipata a partire dalla cura degli spazi e rendere le due aree verdi più fruibili dalla cittadinanza durante tutte le ore della giornata con particolare attenzione ai giovani e alle realtà associative del territorio.

“Le aree verdi pubbliche rappresentano luoghi importanti per la socialità della comunità ed è importante che siano curate e sicure, affinché possano essere pienamente fruibili durante tutto l’arco della giornata – spiega il vicesindaco con delega alle politiche sociali Matteo Francesconi -. Questo progetto mira proprio a rigenerare sotto il punto di vista della qualità urbana e della socialità due zone verdi situate nel centro di Capannori attraverso la partecipazione dei cittadini e, in particolare, dei giovani che saranno protagonisti di varie attività legate in particolare all’arte e allo sport per rendere questi spazi più belli e più animati anche rendendoli luogo di eventi”.

Il progetto che vede partner le associazioni Tucam, S.o.f.a. e Itaca si svilupperà attraverso varie azioni che mettono al centro il protagonismo dei giovani dai 15 ai 25 anni coinvolgendoli in un percorso di attivazione e corresponsabilizzazione nella tutela delle due aree verdi valorizzando forme espressive legate all’arte e allo sport.

Tra le iniziative previste l’attivazione di un percorso partecipativo con il coinvolgimento di giovani, cittadini e stakeholders per elaborare una mappa di comunità dedicata alle qualità del verde pubblico, alla raccolta di idee, alla co-progettazione del parco pubblico e alla definizione di un calendario di eventi. In programma inoltre un laboratorio fotografico/video per la documentazione della situazione delle aree verdi rivolto agli adolescenti e la realizzazione di due laboratori artistici, uno dedicato all’arte urbana in particolare murales, e l’altro alla falegnameria per la realizzazione di arredi realizzati con materiale di recupero da installare nelle stesse aree, oltre all’acquisto di attrezzature sportive da collocare all’esterno a disposizione di tutti i cittadini. Al termine del percorso si prevede la costruzione di un patto di amministrazione condivisa tra cittadini e Comune per la cura, la manutenzione e l’animazione delle aree.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.