Giorno della memoria, la vita di Erbstein al cinema Artè

Alla proiezione saranno presei anche i rappresentanti della Lucchese

Domani (23 gennaio) ad Artè sarà proiettato il docufilm L’allenatore errante sulla vita di Erno Egri Erbstein. Alla proiezione, che rientra nelle iniziative del Giorno della memoria promosse dal Comune di Capannori, saranno presenti anche l’allenatore della Lucchese Francesco Monaco e il suo vice Toni Carruezzo per rispondere alle domande. Una serata evento condotta dal giornalista Pietro Bottari per coinvolgere soprattutto i ragazzi che domenica (26 gennaio) scenderanno in campo per la terza edizione del torneo Memorial allo stadio di Marlia.

La vita di Erno Egri Erbstein, allenatore della Lucchese in serie A e del grande Torino, vittima delle leggi razziali e della persecuzione nazifascista, che lo costrinsero ad una vita clandestina e precaria è al centro del docufilm. L’appuntamento, con inizio alle 20, 30 e a ingresso gratuito, rientra nel programma della rassegna Come tu mi vedi – Aktion T4  e sarà aperta a tutti i cittadini, in particolare ai ragazzi delle squadre locali, Folgor Marlia, Folgore Segromigno e Pieve San Paolo.

Al cinema Artè saranno presenti anche il sindaco Luca Menesini, il presidente della sezione di Lucca dell’Associzione italiana arbitri Antonio Ruffo, e una delegazione della Lucchese guidata dal presidente Bruno Russo e dall’amministratore delegato Alessandro Vichi oltre all’allenatore rossonero Francesco Monaco e il suo vice, l’ex bomber Eupremio “Toni” Carruezzo, che saranno intervistati.

Il docufilm, realizzato da Pier Dario Marzi ed Emmanuel Pesi in collaborazione con gli studenti della scuola secondaria di Camigliano e prodotto dal Comune di Capannori, parla di come la Lucchese degli anni Trenta vide raccogliersi, non casualmente, calciatori che non avevano simpatia per il fascismo. Fra questi vi era Erbstein, che scampò alla guerra ma morì tragicamente nello schianto di Superga con gli altri componenti del mitico Torino degli anni Quaranta. Tutte queste vicende sono raccontate da testimoni ovvero la figlia di Erbstein, Susanna Egri Erbstein, storici come Luciano Luciani ed Emmanuel Pesi e dai ragazzi della scuola di Camigliano.

Le iniziative di Come tu mi vedi – Aktion T4 vedono anche la collaborazione di Regione Toscana, Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea, Anffas onlus Lucca, liceo scientifico Majorana, Cooperativa sociale Crea, Azienda Usl Toscana nord ovest, Associazione Bi-done, Cineforum Ezechiele 25,17 e lo storico dell’età contemporanea Lorenzo Orsi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.