Tutto esaurito per il memorial Erno Erbstein foto

Successo per il torneo organizzato allo stadio di Marlia

Tutto esaurito ieri (26 gennaio) allo stadio di Marlia per la terza edizione del torneo Erno Egri Erbstein, quadrangolare promosso dal Comune di Capannori in occasione del giorno della memoria, che si sta affermando come una delle manifestazioni di calcio giovanile più importanti della Toscana.

I ragazzi della categoria esordienti 2007/2008 di Folgor Marlia, Folgore Segromigno, Pieve San Paolo e, ospite speciale, Fiorentina, hanno dato vita a una sfida che, al di là del risultato, ha messo al primo posto i valori dell’inclusione e del rispetto degli altri. Lo sterminio degli ebrei ad opera della Germania di Hitler e il programma nazista Aktion T4 per l’uccisione delle persone con disabilità sono infatti stati al centro dell’appuntamento nato per ricordare Erbstein, allenatore della Lucchese degli anni Trenta e poi direttore sportivo del Grande Torino, vittima delle leggi razziali e della persecuzione nazifascista, scomparso nel 1949 nella tragedia di Superga.

Il torneo, curato dal giornalista e storico Paolo Bottari, dopo una cerimonia in cui è stato suonato l’inno di Mameli, si è aperto con il calcio d’inizio dell’assessore alla cultura Francesco Cecchetti e dell’assessore allo sport Lucia Micheli. È poi stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Narciso Parigi, cantante autore dell’inno della Fiorentina, scomparso l’altro ieri (25 gennaio).

Ospiti d’onore della giornata sono stati l’ex attaccante della Fiorentina, Claudio Desolati, e Giovanni “Toschino” Toschi, icona del calcio ed ex ala del Torino, che hanno raccontato aneddoti della loro carriera e hanno risposto alle domande del pubblico e degli appassionati.

Le quattro squadre partecipanti al memorial Erbstein sono state premiate con una coppa e un trofeo speciale è stato assegnato alla Fiorentina. Inoltre a tutti i ragazzi sono state consegnate delle medaglie. Targhe sono poi state consegnate a Claudio Desolati, Stefano Cappelletti, talent scout di successo e ispiratore delle nuove leve viola, e Alessandro Petrocchi, memoria e “cuore” viola.

Oltre ai dirigenti delle quattro squadre impegnate nel torneo, era presente anche l’amministratore delegato della Lucchese, Alessandro Vichi. Infine sono stati esposti alcuni cimeli del museo della Fiorentina.

Il torneo si è svolto nell’ambito delle iniziative della rassegna Come tu mi vedi – Aktion T4 promossa dal Comune di Capannori in occasione del Giorno della Memoria 2020 con la collaborazione di Regione Toscana, Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea, Anffas onlus Lucca, Liceo Scientifico E. Majorana, Cooperativa sociale Crea, Asl Toscana nord ovest, associazione Bi-done, Cineforum Ezechiele 25,17 e lo storico dell’età contemporanea Lorenzo Orsi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.