Capannori, in un anno 3.219 multe sulle strade foto

Raffica di controlli per la sicurezza: i dati alla festa per il 154esimo anniversario della fondazione

In un anno 3.219 multe per violazioni al codice della strada. Molto intensa e produttiva l’attività della polizia municipale di Capannori nel 2019 in tutti i settori di sua competenza: dai controlli sulla viabilità, alla vigilanza ambientale, dall’attività di protezione civile alla sicurezza urbana. Lo testimoniano i dati illustrati questa mattina (6 febbraio) nel corso dell’iniziativa svoltasi nella sala consiliare del Comune in occasione del 154esimo anniversario della fondazione del corpo della polizia municipale di Capannori alla quale sono intervenuti il sindaco Luca Menesini, l’assessore alla sicurezza urbana Lucia Micheli e la comandante della municipale Debora Arrighi.

Presenti, tra gli altri, il comandante della stazione dei carabinieri di Capannori Andrea Marsili, in rappresentanza delle quattro stazioni che operano sul territorio e i rappresentanti di alcune associazioni di volontariato e di protezione civile che collaborano con la polizia municipale.

L’iniziativa ha preso il via dopo la benedizione in piazza Aldo Moro, da parte del parroco di Capannori don Marcello Franceschi, dei nuovi automezzi in dotazione alla polizia municipale: una Fiat Qubo attrezzata per il rilievo degli incidenti stradali e mezzi ad elevato rispetto ambientale, ovvero una vettura ibrida benzina/elettrica per il servizio urbano e due fuoristrada, di cui uno alimentato a gpl.

I dati dell’attività

Particolarmente consistente l’attività per quanto riguarda l’infortunistica stradale e la viabilità, il settore di maggiore attività della polizia municipale. I veicoli controllati sono stati 4.730 e sono stati eseguiti 293 interventi di viabilità. Rilevati 176 incidenti stradali (circa 40 in meno rispetto al 2018) di cui 101 con feriti, 75 senza feriti e 2 mortali. Inoltre sono state ritirate 40 patenti di guida e ne sono state revocate 3. Sei automobilisti sono stati trovati alla guida in stato di ebbrezza. Sono state anche emesse 417 ordinanze al traffico e rilasciati 31 nulla osta per manifestazioni e trasporti eccezionali. Sono stati infine realizzati corsi con simulatore stradale nelle scuole secondarie di primo grado che hanno coinvolto in totale 310 studenti.

Le contravvenzioni emesse per violazioni al codice della strada sono state in totale 3.219. Di queste 425 per mancanza di revisione del mezzo , 816 per alta velocità, 127 per mancanza di assicurazione con conseguente sequestro del mezzo. Eseguiti ulteriori 13 sequestri di veicoli per altre gravi violazioni. Complessivamente i punti decurtati dalle patenti di guida sono stati 6.180. Ed ancora sono stati emessi 305 verbali per violazioni amministrative e svolte 780 ore di front office.

“I dati presentati questa mattina parlano chiaro. L’attività svolta dalla polizia municipale durante lo scorso anno è stata consistente ed ha prodotto importanti risultati – dichiara il sindaco Luca Menesini -. Un’attività finalizzata in particolare a garantire la sicurezza stradale e, più in generale, la sicurezza del territorio e dei cittadini che è una delle prime priorità del nostro mandato. L’impegno della municipale è stato importante anche per quanto riguarda la vigilanza ambientale, con particolare attenzione all’abbandono dei rifiuti e agli abbruciamenti all’aperto, e la protezione civile soprattutto in occasione di eventi meteorologici straordinari. Importante è il supporto che è stato dato dalle nuove telecamere sia quelle posizionate sulla viabilità per il controllo delle targhe e delle infrazioni ai semafori sia quelle quelle per il controllo dell’abbandono dei rifiuti. Proprio per l’importanza del lavoro svolto ogni giorno dalla polizia municipale a fianco dei cittadini nei prossimi mesi sarà potenziato l’organico assumendo 8 nuovi agenti e abbiamo dotato il parco automezzi di 4 nuovi veicoli. Colgo l’occasione per ringraziare la comandante e tutti gli agenti per il fondamentale lavoro svolto quotidianamente sul nostro territorio”.

“La nostra attività sul territorio si svolge ad ampio raggio per garantire la sicurezza della comunità – afferma la comandante della polizia municipale Debora Arrighi –. Oltre alla sicurezza stradale che è stata potenziata grazie all’installazione di telecamere su alcune importanti viabilità e di nuovi sistemi di controllo ad alcuni semafori strategici è grande l’attenzione alla sicurezza urbana per prevenire furti e reati minori. Oltre al servizio notturno realizzato durante l’estate stanno dando buoni risultati sia il servizio ‘Whatsappiamo sicurezza’, sia i gruppi di vicinato che ci aiutano a monitorare la situazione in tempo reale e ad intervenire prontamente in caso di necessità grazie alla collaborazione con i cittadini. Particolare è anche l’impegno nel settore della vigilanza ambientale per combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e più in generale i reati ambientali. Anche per questo tipo di attività gli ‘occhi elettronici’ attivi si stanno rivelando efficaci”.

Vediamo nel dettaglio i dati suddivisi per gli altri reparti di intervento della polizia municipale

Controllo del territorio e videosorveglianza: sono attive 5 telecamere per la lettura delle targhe al fine di individuare veicoli senza revisione e assicurazione, che hanno effettuato 21.600 ore di controllo; 2 telecamere per il controllo dell’abbandono di rifiuti; 5 telecamere ‘fototrappole‘ per accertamento di reati ambientali; un semaforo ‘Vistared‘ posto all’intersezione tra viale Europa e via Paolinelli a Marlia che ha fatto registrare 519 violazioni, tutte per il passaggio con il segnale rosso e un semaforo Redvolution (attivo dallo scorso 2 dicembre) posto all’incrocio tra via delle Ville e via Lombarda a Lammari che ha fatto registrare 47 violazioni, anche in questo caso per il non rispetto del rosso.

Il reparto vigilanza ambientale ed edilizia ha ricevuto 563 richieste di intervento/segnalazioni, di cui 410 per l’ambiente e 153 per l’edilizia. Ha inoltre emesso 3 comunicazioni di notizie di reato in materia ambientale e accertato 30 abusi edilizi amministrativi. Ha inoltre accertato 250 violazioni amministrative, di cui 81 per abbandono di rifiuti e 63 per divieto di abbruciamenti.

Il reparto polizia giudiziaria, annona ed informazioni ha registrato 121 denunce tra furti e smarrimenti, effettuato 2.229 accertamenti di residenza, rilasciato 173 autorizzazioni pubblicitarie ed effettuato 468 controlli ai mercati settimanali.

Il reparto centrale operativa e segreteria ha effettuato 3.432 ore di front office, ricevuto 2.830 richieste di intervento e rilasciato 230 contrassegni per invalidi. Ha inoltre ricevuto 110 segnalazioni whatsapp grazie al progetto ‘Whatsappiamo sicurezza’ che vede 39 gruppi attivi per un totale di 988 iscritti, mentre sono 35 i gruppi attivi di controllo di vicinato che fanno riferimento alla polizia municipale.

Ufficio ‘Protezione Civile’: sono state emesse 50 ordinanze e 65 comunicazioni di pulizia aree incolte. L’ufficio si è inoltre attivato in occasione di emergenze legate a neve, temporali e vento e ha disposto il servizio spargisale sulla viabilità comunale con oltre 2.000 chilometri percorsi. Ha inoltre partecipato ad alcune importanti iniziative promosse dalle associazioni di protezione civile come quella realizzata in occasione della ‘Festa dell’Aria’ lo scorso settembre e la campagna ‘Io non rischio’ ad ottobre.

Nel corso dell’iniziativa realizzata per il 154esimo anniversario della fondazione del corpo della polizia municipale sono stati anche annunciati alcuni nuovi progetti. Tra questi il nuovo servizio sperimentale del Vigile di Zona che sarà attivato grazie a un cofinanziamento della Regione Toscana. L’ente di piazza Aldo Moro, infatti, è risultato vincitore di un bando regionale sulla sicurezza urbana. Dall’inizio della prossima estate e per i successivi sei mesi la polizia municipale si recherà nelle frazioni per ascoltare i cittadini, fornire consigli alle fasce più deboli della popolazione e prevenire episodi di microcriminalità. Il servizio sarà attuato mediante l’assunzione a tempo determinato, da graduatoria, di quattro agenti che andranno ad integrarsi con il personale già in servizio. Saranno così costituite due squadre dedicate che garantiranno il servizio del Vigile di zona durante l’arco della giornata pattugliando i paesi sulla base di un calendario predefinito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.