Forza Italia: “Capannori, lettera morta la mozione per intitolare una piazza ai martiri delle foibe”

Il gruppo consiliare: "Riproporremo la questione all'aula"

“Dove è finita la mozione approvata in consiglio comunale nel lontano 2016 finalizzata ad intitolare una via/piazza ai martiri delle Foibe?”. Questo si chiedono Anthony Masini, Giovanni Marchi e Matteo Scannerini, di Forza Italia Capannori, in occasione del giorno del ricordo.

“La mozione, allora scritta dai giovani di Forza Italia, venne emendata ed approvata all’unanimità dal consiglio comunale – ricordano -. Da allora però non si è mosso più niente. Tutti i comuni limitrofi hanno una strada, una piazza, un monumento in ricordo di tale operazione criminale di sostituzione etnica perpetrata da comunisti del dittatore Tito. Manchiamo solo noi”.

L’attuale capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale rincara la dose: “Mi rendo conto che a qualcuno, attualmente in maggioranza nell’amministrazione cittadina, tale questione possa dare noia. Ciò non toglie che migliaia di italiani siano stati uccisi e che il vecchio Pci sia stato ignavo e si sia impegnato ad insabbiare la questione. Tali persone, al pari delle vittime del nazifasciamo, meritano di essere ricordate degnamente. Non è un mistero oramai che queste due ideologie sono e siano state simili, nel corso della storia, nei metodi e nei crimini”.

“Comunque – prosegue Scannerini -, la mozione è esecutiva e rimane tale nonostante il cambio di legislatura. Per questo pretendiamo che si affronti la cosa una volta per tutte nel consiglio di mercoledì. Chiediamo inoltre che si affronti subito l’analoga mozione degli amici e colleghi di Fratelli d’Italia che risolleva il problema. Il prossimo dieci Febbraio anche Capannori deve avere la sua via dedicata ai nostri fratelli martirizzati dalla follia di un dittatore rosso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.