Capannori, sì all’istituzione del consiglio comunale dei ragazzi

La consigliera Lionetti: "L'obiettivo è quello di avvicinare i più giovani al mondo delle istituzioni"

Il consiglio comunale di Capannori, riunitosi ieri pomeriggio (12 febbraio), ha votato all’unanimità per la mozione elaborata dalla commissione consiliare politiche educative e presentata dalla sua presidente, la consigliera comunale Laura Lionetti, con la quale si chiede al sindaco e alla giunta di elaborare una proposta condivisa con gli istituti comprensivi del territorio che porti alla costituzione di un vero e proprio consiglio comunale dei ragazzi.

Un organismo composto dai rappresentanti eletti in ciascuno degli istituti comprensivi del territorio comunale. Un innovativo percorso di educazione civica al cui termine è prevista una seduta del consiglio comunale dei ragazzi alla sala consiliare alla presenza del presidente del consiglio comunale, di tutti i consiglieri comunali, degli assessori e del sindaco.

“Questa mozione, che mi preme sottolineare è stata elaborata e condivisa da tutti i consiglieri che fanno parte della commissione, con l’importante contributo dell’assessore alla scuola Francesco Cecchetti – spiega la presidente della commissione Laura Lionetti – ha un obiettivo molto importante, ovvero quello di avvicinare i più giovani al mondo delle istituzioni. Riteniamo infatti fondamentale che i ragazzi conoscano quali sono gli organi, le competenze e le funzioni del Comune, in che modo vengono esercitate e che impatto concreto hanno sulla vita della comunità. Per questo – prosegue Lionetti – crediamo sia di grande rilevanza che nell’ambito del Patto per la scuola e in accordo con i quattro istituti comprensivi si dia inizio ad un percorso che porti alla costituzione di un vero e proprio consiglio comunale dei ragazzi che abbia anche la possibilità di formulare proposte all’amministrazione comunale. Per far questo riteniamo molto utile che l’amministrazione e, in particolare, il consiglio comunale in collaborazione con le scuole promuova iniziative volte a far conoscere agli studenti il ruolo e il funzionamento dell’ente per contribuire a sviluppare una coscienza civile nelle nuove generazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.