Via ai lavori per ammodernare il depuratore ‘Altopascio centro’ foto

Intervento da 700mila euro per aumentare la capacità di smaltimento dei reflui

Maxiintervento per il depuratore di Altopascio, con l’obiettivo di migliorare il ‘secondo tempo’ del servizio idrico integrato.

È iniziato l’importante cantiere di Acque, il gestore idrico del Basso Valdarno e della Lucchesia, per il potenziamento dell’impianto Altopascio Centro, situato in via Bientinese, il principale dei cinque depuratori presenti sul territorio comunale, ai quali vengono recapitati i reflui raccolti dalla rete fognaria.

Il progetto di adeguamento dell’impianto è stato avviato nei mesi scorsi, a seguito di alcune verifiche che Acque dispone puntualmente come avviene per tutte le proprie infrastrutture. “Dall’analisi dei carichi in ingresso al depuratore – spiegano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore ai lavori pubblici e all’ambiente, Daniel Toci – era emerso come quest’ultimo soffrisse di alcune carenze impiantistiche e di processo per il volume di materiali chiamato a trattare, in costante aumento nel corso degli anni”.

Nasce quindi da qui la volontà di programmare insieme ad Acque il maxiintervento – spiegano – Si tratta di uno dei tanti lavori che abbiamo previsto in accordo con il gestore idrico, che vanno ad aggiungersi ai tanti altri, già realizzati, in corso o programmati, su acquedotto e fognature, con il duplice obiettivo di migliorare il servizio, quindi venire incontro alle esigenze dei cittadini, e di dotare Altopascio di infrastrutture efficienti, sostenibili anche dal punto di vista ambientale. Avere acqua depurata a monte, infatti, significa tutelare fiumi e mari. Con questi ulteriori interventi, per realizzare i quali Acque svolge un ruolo strategico garantendo al nostro territorio ingenti risorse, Altopascio recupera i molti anni in cui il nostro paese è stato fermo al palo, con urbanizzazioni sempre crescenti e opere primarie assenti”.

L’intervento al depuratore prevede la trasformazione della linea di stabilizzazione fanghi in linea di trattamento biologica e al contempo la realizzazione di una nuova vasca di stabilizzazione fanghi; e poi ancora, l’installazione di alcuni macchinari che saranno propedeutici al corretto funzionamento dell’impianto e la sistemazione di moderni strumenti di controllo. Da non trascurare, infine, diverse opere accessorie e altrettanti lavori di manutenzione straordinaria.

“Al di là degli aspetti puramente tecnici – sottolinea il consigliere di amministrazione di Acque Spa, Antonio Bertolucci – questo significa che, una volta ultimato il progetto, ne risulterà un impianto ottimizzato, moderno e adeguato agli standard richiesti oggi al depuratore più importante di Altopascio, che potrà contare sulle più moderne tecnologie e che avrà la capacità di trattare volumi maggiori, anche con un occhio alla possibilità di aumentare i reflui da trattare. Senza dimenticare i conseguenti benefici ambientali: un depuratore che ha ottime prestazioni ha meno probabilità di andare incontro a problemi o malfunzionamenti che potrebbero provocare fenomeni di inquinamento”.

Il progetto di adeguamento del depuratore Altopascio Centro comporta un investimento di circa 700mila euro. La conclusione dei lavori è indicativamente prevista entro fine estate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.