Covid-19, cancellata la mostra delle camelie

Resteranno comunque visitabili il camelieto e i giardini delle ville

Non si svolgerà la trentunesima mostra antiche camelie della Lucchesia in programma nel Borgo delle Camelie il 14 e 15, 21 e 22 e 28 e 29 marzo. La decisione di annullare la manifestazione è stata presa congiuntamente dal Centro culturale compitese e dal Comune di Capannori in seguito alle disposizioni del decreto del presidente del Consiglio dei ministri che riguarda la prevenzione del Coronavirus, che prevedono di annullare tutte le iniziative e manifestazioni culturali fino al prossimo 3 aprile.

Per tutto il mese di marzo sarà comunque possibile visitare liberamente, quindi senza prenotazione, dalle ore 10 alle 18, il Camelieto del Compitese che vista la sua grande estensione, circa 20.000 metri quadrati, consente il rispetto della distanza di almeno un metro tra un visitatore e l’altro. Le visite sono aperte a singoli visitatori e famiglie, ma non a gruppi. Saranno quindi garantire le condizioni di sicurezza previste dal decreto. Il camelieto, riconosciuto Giardino d’Eccellenza dall’International Camellia Society nel 2016, ospita una collezione di camelie impiantate a partire dall’800 nei parchi e nei giardini delle ville Lucchesi e Toscane, ed anche italiane e di altri Paesi. Il grande giardino si compone di circa mille cultivar di camelia e si suddivide in 12 zone che portano il nome di celebri musicisti. Recentemente il Camelieto si è arricchito di una nuova area dedicata alle Camelie Sasanqua, Higo e Sinensis.

Nei fine settimana in cui era in programma la mostra delle Camelie (14 e 15, 21 e 22 e 28 e 29 marzo) resteranno aperti i giardini delle ville: Villa Torrigiani a Camigliano, Villa Mansi a Segromigno in Monte, Villa Reale a Marlia, villa Grabau a San Pancrazio, Villa Oliva a San Pancrazio secondo un itinerario promosso dall’associazione delle Ville e dei Palazzi Lucchesi. Il programma con gli orari delle visite è consultabile sul sito www.villeepalazzilucchesi.it. Anche in questo caso saranno garantite le norme di sicurezza previste dal decreto del Consiglio dei Ministri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.