Quantcast

Fdi Capannori: “Comune preveda taglio dei tributi per le imprese”

Fratelli d'Italia: "Subito un accordo con la Camera di Commercio per studiare un piano di promozione"

Sgravi alle imprese e taglio dei tributi comunali. Torna a chiederlo Fratelli d’Italia di Capannori.

“L’emergenza coronavirus – si legge in una nota – sta cambiando le nostre abitudini di vita, condizionando l’economia del nostro paese il turismo, il suo indotto culturale, agricolo e i molteplici servizi ad esso collegati. A questa emergenza economica e sociale, si deve aggiungere l’attuale crollo delle prenotazioni per Pasqua, le disdette per la prossima estate, la soppressione delle gite scolastiche, il crollo dell’incoming per il nostro territorio”.

“Il nostro territorio – si aggiunge – subirà una sostanziale diminuzione di occupati delle più svariate professioni condizionando l’economia locale. Nell’attuale momento epidemiologico, al quale si deve prioritariamente pensare, dobbiamo, a nostro avviso, considerare i fattori negativi che ricadono sul territorio e vogliamo proporre alcune azioni per arginare, per quanto possibile, la chiusura di aziende con i relativi licenziamenti o il blocco o diminuzione dei contratti per i lavoratori stagionali. Vogliamo, in altre parole, che l’amministrazione aiuti le nostre imprese e per questo ci rendiamo disponibili per collaborare nell’individuazione di misure adatte”.

“In primo luogo – aggiunge Fdi -, riteniamo che, a Capannori, sia utile procedere con il blocco dei versamenti Imu e Tari per tutto il 2020. Versamenti che, possibilmente, non dovranno essere posticipati accumulandoli con i pagamenti successivi, ma bensì annullati (chiedendo al Governo un intervento straordinario a copertura di quanto dovuto dalle imprese in difficoltà) per dare maggior respiro alla liquidità delle attività imprenditoriali”.

“Oltre a questi interventi proponiamo al sindaco-presidente della Provincia Menesini di attivarsi sin da subito – aggiungono – per ricercare soluzioni idonee per promuovere il nostro territorio comunale e provinciale nel mondo, facendo capire la sicurezza dei nostri luoghi, la bellezza e le opportunità che la lucchesia offre, senza attendere eventuali altre iniziative di regione, Enit, Governo che ci auguriamo siano messe in campo. Per far questo proponiamo un accordo con la Camera di Commercio e con l’importante distretto cartario che ha relazioni in gran parte del mondo perché attraverso le loro relazioni sia possibile veicolare una giusta comunicazione sul nostro comune e sulla lucchesia con la produzione di una brochure ad hoc o altro materiale ritenuto idoneo. Misure, queste, che presenteremo all’amministrazione comunale insieme a quelle relative al sostegno alle famiglie e che riteniamo utili per tutta la comunità capannorese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.