Coronavirus, Porcari propone la chiusura dei negozi fino al 22

Il sindaco: "Spesa a domicilio per i più anziani"

Porcari si allea contro il Coronavirus e propone di chiudere tutti i negozi fino al 22 marzo compreso. “Su proposta dell’associazione Porcari attiva, mettiamo al centro la salute e adottiamo un atteggiamento responsabile a tutela di tutti quanti”, afferma il presidente Michele Adorni.

A partire da domani (11 marzo),  i commercianti di Porcari sceglieranno se rimanere aperti, facendo rispettare i vincoli di sanificazione e distanza previsti dal Dpcm, o chiudere per diminuire i rischi di diffusione di Covid-19: “In questo momento il bene collettivo deve prevalere e devo dire che la proposta ha già raccolto la risposta positiva di grande parte delle attività commerciali – precisa il presidente Adorni -. Si tratta di uno sforzo importante perché abbiamo scelto di rinunciare momentaneamente alla nostra forma di sostentamento, ma è necessario il sacrificio di tutti quanti”.

“Chiediamo a gran voce di non essere lasciati soli: mettiamo al primo posto la salute, ma abbiamo bisogno di sostegno da parte del Governo centrale. Ci auguriamo che arriveranno risposte adatte, una volta superata la fase emergenziale che stiamo vivendo”, conclude Adorni.

I beni di prima necessità saranno garantiti, ma c’è anche un’ulteriore novità: per garantire le fasce più deboli (anziani, persone affette da patologie),  partirà da domani (11 marzo) anche un servizio di consegna a domicilio della spesa: “Su proposta di Porcari Attiva e in collaborazione con il Comune di Porcari, in particolare degli assessorati alle politiche sociali e commercio, nasce questa nuova opportunità per permettere a coloro che hanno fragilità di rimanere in casa – afferma il sindaco Fornaciari -. Si tratta di un bel modo di trasformare il commercio in utilità pubblica e favorire il rispetto delle regole del Dpcm”.

La modalità per richiedere tale servizio sarà la seguente: l’utente potrà contattare il numero 0583.211883 dalle 9 alle 12, lasciando i propri recapiti. A quel punto i responsabili dell’associazione prenderanno contatti con il diretto interessato per rispondere alle sue esigenze. Per chi volesse, sarà possibile prendere contatti anche tramite mail.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.