Quantcast

Capannori Città, ok all’accordo di programma: 9 milioni per il progetto

Delibera di giunta regionale approva la delibera proposta dall'assessore Ceccarelli

Novità in arrivo per i Piu, i progetti di innovazione urbana finanziati dalla Regione Toscana tramite le risorse dell’asse VI urbano del Por Fesr 2014-2020. I Piu mirano a riqualificare e rivitalizzare aree urbane caratterizzate da spopolamento e degrado, dando loro nuova vita ed attivando nuovi servizi e nuovi spazi pubblici.

La Regione Toscana fino ad oggi aveva finanziato otto Piu, ai quali si è aggiunto il progetto per Capannori, in provincia di Lucca. Nell’ultima seduta della giunta regionale, con una delibera, proposta dall’assessore al governo del territorio Vincenzo Ceccarelli, è stato approvato l’accordo di programma tra Regione e Comune di Capannori per l’attuazione degli interventi. Inoltre, la giunta ha autorizzato la rimodulazione delle risorse disponibili per il Piu di Rosignano Marittimo.

Il Piu di Capannori

Il progetto del Piu, Capa.City – Capannori città: una comunità, 40 paesi, presentato dal Comune di Capannori prevede interventi nel capoluogo e nelle adiacenti frazioni di Lunata e Tassignano, caratterizzate dalla mancanza di un vero e proprio centro urbano e dalla presenza di servizi disconnessi tra loro.

L’obiettivo del Piu è connettere meglio i vari poli presenti in modo da creare un unicum urbano. Prevista la rigenerazione degli ambienti urbani per ridurre e prevenire il disagio sociale ed il degrado urbanistico, oltre a facilitare le relazioni sociali e promuovere stili di vita più sostenibili.

Il progetto prevede un investimento pubblico complessivo di 9.226.334 euro, di cui 4.295.077 euro di contributo Por Fesr.

“L’innovazione urbana è un punto fondamentale nelle politiche per il governo del territorio e la tutela del paesaggio in Toscana – spiega l’assessore Ceccarelli – visto che per ridurre a zero il consumo di nuovo suolo, ma al tempo stesso seguire le esigenze attuali della popolazione ed evitare che aree interne ai perimetri urbani versino in condizioni di disuso, abbandono o degrado, è fondamentale attivare processi di rinascita e riconversione. Grazie alle risorse europee abbiamo attivato nove progetti in aree densamente abitate, i Piu. Ma altri 36 progetti in 32 piccoli Comuni sono stati invece finanziati dalla Regione con risorse proprie, per sostenere questo cambiamento anche nelle aree interne”.

 

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.