Porcari, oltre 80 chiamate al centro di protezione civile

Cresce l'attività dalla consegna dei farmaci fino alla spesa a domicilio

Crescono i servizi al centro operativo comunale di protezione civile di Porcari, aperto per l’emergenza coronavirus.

Il punto è stato fatto dal sindaco di Porcari, Leonardo Fornaciari. “Ad una settimana dalla sua apertura abbiamo ricevuto un totale di 81 chiamate: 13 per richiesta di spesa a casa, 5 per richiesta di acquisto farmaci, 60 richieste di informazioni e spiegazioni  4 assistenze psicologiche attivate”.

“Attraversiamo – ha detto il primo cittadino – un momento complicato ma c’è una luce che da speranza a tutti noi ed io da sindaco non posso che esserne fiero. Siamo una bella comunità, unita, forte, coesa, che si stringe nei momenti di difficoltà e rema nella medesima direzione”.

“Stiamo vivendo – aggiunto – con grande senso di responsabilità e abnegazione questo momento dando una bella prova di noi e del nostro sistema di volontariato. Ringrazio tutti i dipendenti comunali, i volontari, la Croce Verde, l’associazione dei commercianti e la nostra parrocchia. È in questi momenti che si capisce la vera forza di un Paese, più uniti che mai. Tutti insieme ne usciremo”.

Per qualunque informazione è possibile telefonare al numero:
0583 211815 attivo dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 14.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.