Coronavirus, a Capannori avviso per l’elenco di negozi dove spendere i buoni alimentari

Per richiedere gli aiuti è invece necessario rivolgersi allo Sportello emergenza

Sono già stati consegnati i primi pacchi alimentari dalla bottega Cinque Pani di Massa Macinaia, grazie alla collaborazione tra Comune e Caritas, alle famiglie che con necessità impellente si sono rivolte allo Sportello emergenza del Comune istituito dall’amministrazione Menesini in seguito alle risorse, pari a circa 254 mila euro, messe a disposizione dal Governo.

Lo sportello costituisce un aiuto concreto a tutti quei cittadini di Capannori che sono in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus e che non riescono ad acquistare generi di prima necessità, come cibo e medicinali. Da lunedì ( 6 aprile), saranno disponibili anche i buoni spesa per acquistare generi alimentari sia nei negozi di vicinato del territorio, sia nei punti vendita della grande distribuzione che aderiranno al progetto dello Sportello emergenza.

Il Comune proprio oggi (2 aprile) ha pubblicato un avviso di manifestazione di interesse per individuare gli esercizi commerciali interessati alla fornitura di prodotti alimentari (escluse bevande alcoliche) dietro presentazione di buoni spesa rilasciati dal Comune a nuclei familiari esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza Covid-19. Possono presentare richiesta di inserimento nell’elenco degli esercizi commerciali aderenti tutti gli esercizi commerciali iscritti al registro della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura.

Rientrano tra gli operatori economici i settori del commercio al dettaglio di generi alimentari e il settore agricolo relativamente alla vendita di prodotti alimentari primi o trasformati.

Gli esercizi commerciali interessati dovranno compilare il modulo allegato all’avviso e inviarlo via email all’indirizzo: buonispesa@comune.capannori.lu.it. L’ avviso non ha una scadenza prefissata, pertanto l’esercizio commerciale interessato potrà in ogni momento presentare la richiesta fino al perdurare della misura emergenziale. L’avviso e il modulo sono scaricabili dall’home page del sito internet del Comune.
Una volta raccolte le adesioni l’elenco dei punti vendita sarà pubblicato e continuamente aggiornato sul sito internet del Comune e attraverso i canali social.

“Nel giro di pochi giorni dal provvedimento del Governo per gli aiuti alimentari ai cittadini in difficoltà, siamo in grado di distribuire i primi pacchi alimentari e dall’inizio della prossima settimana saranno disponibili anche i buoni spesa- afferma il vicesindaco Matteo Francesconi-. Ci siamo mossi celermente e per questo ringrazio gli uffici, per rispondere concretamente alle necessità di tutte quelle persone che a causa dell’emergenza sanitaria sono rimaste senza i soldi per acquistare beni di prima necessità. Lo Sportello emergenza si rivolge infatti ai bisogni primari delle persone, quali il cibo e i medicinali. Vogliamo infatti essere al fianco dei nostri cittadini in questo difficile momento affinché nessuno sia lasciato solo di fronte alle difficoltà. Ringraziamo fin da ora tutte le attività commerciali che aderiranno a questa iniziativa”.

Per accedere al servizio dello Sportello Emergenza, che vede la collaborazione della protezione civile e del terzo settore è necessario, previo colloquio telefonico di accreditamento, nel rispetto della normativa vigente, al numero 0583.428252, attivo su tre linee dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, compilare in tutte le sue parti, compresa la firma, un’autocertificazione e re-inviarla corredata da un documento di identità del richiedente all’ indirizzo email:emergenza@comune.capannori.lu.it. La richiesta verrà analizzata in tempi rapidi da un operatore dello Sportello emergenza che verificherà la sussistenza dei requisiti rispetto alla dichiarazione. Se questa verrà accolta, l’operatore contatterà telefonicamente il cittadino per indicare le modalità di utilizzo del buono spesa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.