Angelini (Pd): “Sia riaperto l’ufficio postale di Lammari”

Il consigliere comunale teme che la chiusura diventi definitiva

Il paese di Lammari non può rinunciare all’ufficio postale. Così Guido Angelini, consigliere comunale del Partito Democratico che teme una chiusura definitiva della sede da parte di Poste Italia a causa dell’inadeguatezza della struttura. Angelini ha chiesto al sindaco di Capannori, Luca Menesini, di intervenire.

“In questi giorni ho letto la notizia positiva che alcuni uffici postali, chiusi in seguito all’attuazione delle norme sul Coronavirus, verranno riaperti anche nel nostro Comune – esordisce angelini -. Tuttavia le scrivo con urgenza questa lettera perchè fra gli uffici postali che rimarranno chiusi c’è quello di Lammari. Come lei sa, Lammari è un paese di oltre 4000 abitanti e l’ufficio postale è un servizio pubblico fondamentale. In questo periodo di emergenza sanitaria tanti cittadini, anziani, si sono dovuti recare a Lunata o a Marlia, con evidenti disagi. Ma adesso che sappiamo che l’ufficio di Lammari è destinato a rimanere ancora chiusi siamo preoccupati che la chiusura diventi definitiva“.

“Sono – prosegue Angelini – tanti coloro che chiedono quali siano i motivi che hanno indotto Poste Italiane a questa scelta ma è facile intuire che questa decisione sia stata imposta dalla inadeguatezza strutturale della sede, dalla impossibilità di rispettare le norme di sicurezza, di igiene e di distanza sia fra il personale dipendente sia rispetto al pubblico. Un ufficio postale importante come quello di Lammari deve essere riaperto quanto prima e se non si può intervenire nella sede attuale, è necessario che sia ricercata una nuova localizzazione, più funzionale e adeguata alle esigenze di un moderno centro servizi, ovviamente con il Banco Posta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.