Quantcast

Le Mura di Montecarlo si illuminano con il tricolore

Il sindaco Carrara: "Stiamo attraversando una situazione gravissima ma ce la faremo"

Le Mura di Montecarlo si sono illuminate con il tricolore per la Festa della Liberazione, una celebrazione che quest’anno è diversa dalle altre.

“Se fosse il 25 aprile di un anno qualunque – spiega il sindaco Federico Carrara – ci saremmo trovati nella piazza centrale del nostro paese e, accompagnati dalla musica della Filarmonica Giacomo Puccini, avremmo deposto le corone, quale doveroso tributo rivolto a tutti i protagonisti diretti della storia, di quel lontano 25 aprile 1945, di quegli avvenimenti, al contempo dolorosi e gloriosi, che sono fondamento della nostra Repubblica e che resteranno scolpiti nelle menti e nelle coscienze di tutti gli italiani. Ma questo 2020 non è un anno qualunque”.

“Ci siamo trovati – afferma – a dover far fronte ad una situazione che credo nessuno avrebbe potuto immaginare possibile; ci siamo dovuti fermare per affrontare e combattere un nemico sconosciuto, del quale ignoravamo la forza; ci siamo dovuti adeguare a regole restrittive, a lunghi periodi di isolamento; abbiamo dovuto rivedere tutte le nostre abitudini di vita, da quelle lavorative a quelle personali; siamo stati chiamati a fare sacrifici di ogni genere, nella speranza di far fronte comune e di debellare il nemico. Ed è proprio in un momento come questo, che diventerà parte della nostra storia e della storia mondiale, che abbiamo l’opportunità di rivedere le nostre priorità e capire davvero quali sono i valori importanti”.

“Il 25 aprile, con quello che simboleggia – va avanti -, è un’opportunità di riflessione, ora più che mai. L’uomo è lo specchio del proprio essere e della propria storia; noi siamo portatori di valori quali la libertà, l’uguaglianza, la democrazia, che ci derivano proprio dai drammatici avvenimenti dell’epoca che portarono al culmine della fase militare della Resistenza Italiana e poi alla Liberazione. Tutti questi valori sono alla base della nostra comunità, li condividiamo e ci vincolano reciprocamente, come membri di una società solidale, a vivere in una dimensione pubblica di speranza collettiva, di coesione. Ma purtroppo non sempre la nostra società è stata capace di tradurre in pratica i valori di cui sopra; spesso anzi la nostra storia è stata attraversata da vizi, quali l’opportunismo, l’omertà, il cinismo, l’indifferenza”.

“Questa gravissima situazione che stiamo vivendo tutti insieme, però ci ha fatto riscoprire una grande cosa: il sentimento di umanità, l’altruismo, lo spirito di sacrificio – ritiene il primo cittadino -. Ed è proprio lo spirito di sacrificio che ricopre uno straordinario valore nella nostra storia, perché da sempre è un valore di rinnovamento ed ogni volta che si compie, si ha un nuovo inizio. Il 25 aprile, la Resistenza e la guerra di Liberazione sono stati la dimostrazione di un grandissimo spirito di sacrificio, sono stati la dimostrazione che uomini e donne, possono “costruire” un futuro migliore, se si sentono chiamati a battersi per il bene sociale, se partecipano con passione, se credono nelle regole di una convivenza che sia garante della dignità della persona, dell’uguaglianza, del rispetto e della libertà”.

“E anche tutti noi oggi – conclude – siamo chiamati a dare dimostrazione di spirito di sacrificio, in altri termini, in altri modi, ma solo in questo modo, riusciremo a superare il periodo difficile e a riaffermare i veri valori, per riprendere a percorrere un cammino di comunità. Chiudo con le parole che Antonio Gramsci scriveva dal carcere: ‘Mi sono convinto che quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all’opera, ricominciando dell’inizio’”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.