Altopascio, 300mila euro per i settori più colpiti dall’emergenza Covid

Nuove iniziative dal Comune a sostegno delle imprese. D'Ambrosio: "Nessuno resterà indietro"

300mila euro per i settori più colpiti dall’emergenza Covid-19. Questo il fondo straordinario destinato da Altopascio per aiutare i settori più colpiti dagli effetti economici del Covid-19: commercio al dettaglio, turismo, artigianato, mondo delle piccole attività.

C’è poi il capitolo suolo pubblico gratuito per i negozi di somministrazione e non, con la cessione di spazi esterni gratuiti per chi non ce l’ha e spazi esterni gratuiti più ampi del solito per chi già ce l’ha. E ancora il tema promozione: anche qui andranno altre risorse per sostenere le iniziative di rilancio del paese, comprese quelle pensate dai commercianti, e per creare e diffondere il marchio #IoScelgoAltopascio e i pacchetti collegati.

“Ma non è tutto – spiega il sindaco Sara D’Ambrosio – stiamo lavorando alla creazione di un altro fondo straordinario, anche questo di svariate migliaia di euro, a sostegno delle famiglie e per i cittadini. E altri aiuti economici per i centri estivi, per le associazioni sportive e sociali del nostro territorio. L’abbiamo detto dal primo giorno: nessuno resta indietro, nessuno resta escluso, nessuno resta solo”.

“Abbiamo deciso – commenta – di non accontentarci delle misure del governo, ma di aggiungere ulteriori aiuti, per raggiungere tutti coloro che rischiano di non rialzarsi. La ricostruzione è tale se è di tutti e per tutti: per il nostro Comune medio-piccolo si tratta di un grande sforzo economico, ma dal primo momento non ci siamo tirati indietro e di fronte alla possibilità di scegliere che strada seguire, abbiamo sempre scelto quella della solidarietà, della trasparenza, della concretezza, degli aiuti che servono a rilanciare Altopascio, a far ripartire davvero cittadini e imprese“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.