Disabilità, il piano di Capannori per centri estivi inclusivi

Ieri (19 maggio) l'incontro tra l'amministrazione e le associazioni del territorio

Garantire la massima inclusione dei bambini e dei ragazzi con disabilità nei centri estivi che saranno realizzati sul territorio e presentare a Regione e Governo le necessità di sostegno delle famiglie con disabili chiedendo che venga quanto prima riconosciuto e tutelato il lavoro dei caregivers familiari, ovvero di coloro che si prendono cura dei familiari con disabilità. Sono questi gli impegni presi dall’amministrazione di Capannori dopo le richieste delle associazioni di volontariato del settore che ieri (19 maggio) hanno partecipato al Tavolo sulla disabilità.

Un incontro avvenuto a distanza con il sindaco Luca Menesini, l’assessora alla disabilità Serena Frediani e  il vicesindaco con delega alle politiche sociali Matteo Francesconi. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni: Ente nazionale sordi, Unione italiana ciechi, Lucca senza barriere, Allegra brigata, associazione Down Lucca, Centro ippico di Marlia, associazione Aeliante, Anmil, Misericordia di Santa Gemma, Misericordia di Massa Macinaia, Lasa, Genitori H per il sostegno, Aism e Confad. Le associazioni hanno messo in luce le difficoltà incontrate dalle famiglie con disabili nella fase uno dell’emergenza sanitaria dovute alla chiusura delle scuole e dei centri diurni e quindi al venir meno del sostegno che normalmente ricevono. Non è mancato invece il sostegno delle associazioni che durante tutta la fase dell’emergenza hanno proseguito le proprie attività a favore dei propri associati in modalità telematica.

“Vogliamo dare il massimo sostegno della nostra amministrazione alle famiglie con disabili che escono da un periodo difficile dovuto all’emergenza sanitaria durante il quale, a causa della chiusura di scuole e centri diurni, hanno visto aumentare moltissimo il proprio carico di cura nei confronti dei propri familiari con disabilità – affermano gli assessori Frediani e Francesconi -. Per questo ci impegniamo affinché i bambini e i ragazzi con disabilità possano partecipare al pari degli altri ai centri estivi che insieme ad associazioni e cooperative stiamo cercando di far partire quanto prima sul territorio. Allo stesso tempo ci faremo portavoce presso le istituzioni competenti, così come abbiamo già fatto scrivendo una lettera al Presidente della Repubblica, affinché in tempi celeri venga riconosciuto e tutelato l’importante lavoro dei Caregivers familiari. Inoltre a breve sarà pronta la bozza relativa al Garante della disabilità, una figura importante per promuovere l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita sociale delle persone con disabilità. Ringraziamo le associazioni di volontariato che nonostante l’emergenza hanno sempre continuato a svolgere la propria attività”. Il tavolo sulla disabilità tornerà a riunirsi a breve ed avrà al centro l’istituzione del Garante della disabilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.