Gettava sacchi di letame nel bidone del bar: individuato e multato

Scoperto dalla polizia municipale di Altopascio dovrà pagare una maxi sanzione

Sacchi di letame lasciati impropriamente nel bidone della carta di un bar di Altopascio: un abbandono sistematico, che andava avanti da mesi. Il barista non si dava pace: periodicamente il bidone della carta assegnato alla propria attività si riempiva di sacchi di letame di cavallo. Ci sono voluti un po’ di mesi di controlli e le immagini delle telecamere del nuovo sistema di videosorveglianza comunale per risalire all’autore: un signore di 60 anni, gestore di un maneggio, che sistematicamente si faceva qualche chilometro in auto  per andare ad abbandonare parecchi sacchi di letame nel cassone della carta di un bar di Altopascio.

pilizia municipale di altopascio comando Italo Pellegrini

L’uomo dovrà ora pagare 6500 euro al Comune, oltre all’obbligo di ristoro delle spese di smaltimento sostenute da Ascit. “Siamo riusciti a risalire all’autore di questo grave gesto grazie alla collaborazione del gestore del bar e alle telecamere del nuovo sistema di videosorveglianza installato dal Comune di Altopascio – spiega il comandante della Polizia Municipale, Italo Pellegrini -. Le immagini delle telecamere, poi, non lasciano dubbi, perché riprendono in modo nitido l’uomo mentre scende dalla macchina e scarica numerosi sacchi di letame. Erano talmente tanti questi sacchi, che puntualmente non riusciva a richiudere il bidone, causando cattivi odori in tutto l’isolato e provocando parecchi problemi al gestore del bar e agli operatori di Ascit, che ogni volta dovevano intervenire con mezzi specifici per svuotare il cassonetto”.

“Altopascio non è terra di nessuno e lo dimostriamo quotidianamente, con i tanti interventi di prevenzione e contrasto all’abbandono rifiuti.- commentano il sindaco Sara D’Ambrosio e l’assessore all’ambiente Daniel Toci -. Il lavoro è continuo e possiamo portarlo avanti grazie al lavoro della Polizia Municipale e alle segnalazioni dei cittadini. Il coinvolgimento diretto delle persone è il modo migliore per arginare e isolare gli incivili che danneggiano l’ambiente e quindi tutti noi. La nostra è una battaglia ambientale, ma anche di equità e giustizia nei confronti di tutti coloro che, onestamente, pagano le tasse e conferiscono i rifiuti in modo corretto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.