Quantcast

Rio Leccio, Giannoni: “L’argine è un colabrodo da anni, giustificazioni inutili”

Il capogruppo di opposizione: "Servono importanti interventi di messa in sicurezza, allerta o no"

“Si tengano per loro le giustificazioni. Quanto accaduto era ampiamente prevedibile”. Così Riccardo Giannoni, capogruppo opposizione del Comune di Porcari, dopo la bomba d’acqua che ieri ha creato disagi e allagamenti in alcune zone del Comune.

Il problema in via del Rietto e in via Pacconi è noto da anni – sottolinea Giannoni – L’argine del rio Leccio è un colabrodo tenuto insieme dai geoblock da novembre 2016, ed è noto da anni che l’intero corso del rio necessita di importanti interventi di messa in sicurezza“.

“Che ci sono bombe d’acqua ormai è noto e, allerta o meno, prima o poi sarebbe potuto accadere. Ed è accaduto – conclude – Ci risparmino quindi le loro giustificazioni. Ci scusiamo con i numerosi cittadini che hanno subito danni, perché nessun altro lo farà con loro, e siamo al loro fianco per chiedere che vengano risarciti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.