Compostaggio, Colucci: “Accordo Capannori-Livorno contraddice gli impegni con la Regione”

Il rappresentante dei Riformisti Toscani per Italia Viva sposa la linea di Baronti: "Si abbandonano le grandi scelte del passato"

Accordo con Livorno per il compostaggio, anche i Riformisti Toscani per Italia Viva contestano la decisione.

“L’accordo pomposamente annunciato dal sindaco di Capannori con il sindaco di Livorno – commenta Francesco Colucci – per spostare in terra labronica l’impianto di compostaggio rifiuti organici, previsto a Capannori, ci aveva lasciati allibiti e molto sorpresi. Allibiti perché veniva presentato dal sindaco come una grande affare economico per Capannori mentre è vero il contrario, sorpresi perché contraddiceva gli impegni presi con la Regione ma anche il programma elettorale dell’anno passato, la dove si scriveva “…ridurre la produzione di rifiuto, incentivare il riciclo e il riuso e favorire lo sviluppo di un distretto per l’economia circolare”.

“Gli interventi dell’ex sssessore all’smbiente, comunale e regionale, Eugenio Baronti, che condividiamo in pieno – dice Colucci – ci hanno confermato che non eravamo soli ad aver visto una palese anomalia nell’esaltazione di questo accordo, che in sostanza si tratta del solito vecchio modo democristiano di fare la politica su rifiuti zero, economia circolare, impianti di recupero e compostaggio: vanno tutti benissimo se si fanno nel territorio di altri Comuni, pronti a gravare di un costo, come in questo caso, il bilancio comunale anziché avere una entrata certa, per molti anni. Il tutto per non fare scelte che potrebbero turbare le esigenze elettorali locali ben più importati dei principi ambientali esaltati, ma solo in teoria”.

Per Colucci il Comune di Capannori starebbe così “abbandonando – dice – le grandi scelte che avevano posto, con il sindaco Del Ghingaro, il Comune di Capannori nell’élite dei comuni innovatori e precursori nella gestione dei rifiuti”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.