Quantcast

Oblio, Ginevra Puccetti presenta il suo libro nel salotto di villa Le sughere a Marginone

Racchiude i sentimenti forti e prepotenti con i quali si trova a convivere un’adolescente oggi

Una serata dedicata alla poesia e musica quella di venerdì (24 luglio), alle 21, al salotto artistico letterario di villa Le Sughere, in località Conti 15 a Marginone dove sarà presentato il libro Oblio (Independently published).

E’ ultimo lavoro realizzato dalla giovanissima poetessa lucchese Ginevra Puccetti. Questa conversazione con l’autrice, che tra l’altro si esibirà musicalmente con l’accompagnamento di David Del Terra, sarà preceduta da una recensione dello scrittore Franco Donatini, a cui seguiranno gli interventi del poeta Marcello Lazzeri e della ricercatrice Ilaria Centoni.

Oblio è una silloge poetica uscita ad inizio anno 2020. Racchiude i sentimenti forti e prepotenti con i quali si trova a convivere un’adolescente oggi. Nell’anima combattuta s’affacciano sentimenti d’amore e d’amicizia, ma anche di paura. Prima fra tutte la paura dell’oblio, il timore che il nostro breve passaggio su questa terra non lasci traccia alcuna e che quindi, in un’azzardata equazione matematica, il nostro vivere sia equivalso a niente.

“Tremi al pensiero dell’oblio e cerchi disperatamente la forza che permetterà alla tua anima guerriera di combattere fino all’ultimo respiro per guadagnarsi un posto nel ricordo del mondo”, dice l’autrice e riflette anche su fenomeni della natura a cui spesso non diamo la giusta importanza: ed è allora che l’acqua, il tramonto o l’alba si caricano di valori diversi, il fuoco colpisce l’immaginario poetico con il suo valore catartico, mentre la luce diviene sinonimo d’immensità.L’amore s’affaccia prepotente nel giovane cuore e le prime cocenti delusioni fanno capolino insinuando, a tratti, temibili dubbi. Ma i primi accenni di delusione lasciano sempre spazio alla speranza in un futuro migliore, nel quale il tempo tiranno e la solitudine non riusciranno a farla da padroni.

Ginevra Puccetti nasce a Lucca il 30 Gennaio 2006 e già piuttosto piccola mostra un forte interesse nei confronti della scrittura. All’età di 10 anni compone la sua prima poesia e incomincia un percorso in cui alternerà il comporre poesie e lo scrivere aforismi. La raccolta poetica Frammenti di cuore le viene pubblicata dall’accademia Barbanera in quanto vincitrice assoluta del Premio nazionale di Poesia Vito Ceccani, ottava edizione. Altre sue sillogi poetiche sono Oblio, Intrappolata nei ricordi e Ali di carta. In poco tempo Ginevra vince molti concorsi, riceve importanti riconoscimenti e viene pubblicata su un articolo del giornale La Stampa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.