Quantcast

Tariffa rifiuti a Capannori, Caruso: “Impossibile dire che resterà invariata”

Il consigliere della Lega critico con la bocciatura degli emendamenti per aumentare le agevolazioni agli utenti

Tariffe invariate per i rifiuti a Capannori? Per il consigliere della Lega, Domenico Caruso non sarebbe così.

“L’amministrazione comunale – dice Caruso – ha comunicato che per il 2020 le tariffe per lo smaltimento dei rifiuti rimarranno invariate per le attività commerciali costrette alla chiusura durante l’emergenza sanitaria. Su questo punto inviterei ad una maggiore cautela in quanto l’effettiva invarianza delle tariffe rispetto al 2019 è subordinata al mantenimento dell’attuale livello dei costi di raccolta e smaltimento su cui non è possibile pronunciarsi in mancanza della definizione del piano economico e finanziario del servizio rifiuti per il 2020 e non è da escludere che l’eventuale conguaglio sia addebitato a quelle stesse attività commerciali che, ora, si afferma di voler aiutare”.

“Sulle delibere – sostiene Caruso – la Lega si è astenuta ma è stata decisiva per il mantenimento del numero legale in Consiglio, che così ha potuto approvare misure che aiutano sia pure in minima parte le attività commerciali atteso che la somma di 250mila euro, stanziata dalla giunta municipale, non è adeguata per ristorare le tantissime attività capannoresi chiuse nel periodo di lockdown alle prese con problemi di liquidità e con una difficile ripartenza”.

“Mi rammarico – prosegue Caruso – per il fatto che la maggioranza abbia ancora una volta bocciato gli emendamenti della Lega che si proponevano di aiutare ancora di più le utenze con l’eliminazione del limite dimensionale di 2 milioni di euro di ricavi e l’integrale abbattimento della parte variabile che, contrariamente a quanto sostenuto in Consiglio da esponenti della giunta, risulta comunque dovuta anche in mancanza di produzione di rifiuti stante la natura obbligatoria della tariffa puntuale”.

“Nelle delibere approvate – commenta Caruso – mancano del tutto agevolazioni per le famiglie svantaggiate in possesso dei requisiti per il bonus sociale così come raccomandato dall’autorità regolatrice e richiesto dalla Lega e questo è un elemento decisivo per far comprendere ai cittadini la portata minima delle delibere approvate dal consiglio comunale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.