Quantcast

Legambiente Capannori in prima fila per la pulizia di fossi e canali

Prossimo appuntamento sabato (1 agosto) con partenza alle 7 dalla scuola media di Lammari

Ripartono a pieno regime il monitoraggio e la pulizia dei canali idrici da parte dei volontari del circolo di Legambiente Capannori e Piana lucchese, in collaborazione col Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, nella zona nord ovest del Comune di Capannori.

La rimozione dei rifiuti ed il monitoraggio qualitativo dei torrenti si inquadrano nell’ambito del progetto regionale Salviamo le tartarughe marine, salviamo il Mediterraneo.

L’iniziativa mira al controllo periodico dei corsi d’acqua e all’eventuale pulizia dai rifiuti (bottiglie e flaconi, sacchetti, contenitori di polistirolo, piccoli oggetti ed ingombranti, copertoni delle automobili, materiale elettrico e recentemente purtroppo anche molte mascherine e guanti). Simili rifiuti, se non prontamente rimossi, rischierebbero di arrivare, tramite i canali, fino in mare, causando danni irrimediabili ad interi ecosistemi, comprese le indifese tartarughe del bellissimo Mar Mediterraneo.

“La nostra – dicono da Legambiente Capannori – è un’esperienza iniziata in modo organico nel 2019 e con questo ultimo mese sono stati effettuati complessivamente 15 interventi sui canali di nostra competenza: il Canale Nuovo a Marlia e San Colombano, il Canale Giallo a Marlia, il Rio Arnolfini a Lammari, Rio Nocella e Viaccia da Marlia a Lammari. Possiamo dire con certezza che questa esperienza sta dando buoni frutti, anche grazie all’incessante lavoro di sensibilizzazione ambientale che i volontari compiono in loco e su tutti i territori circostanti. La nostra visibile e costante presenza si rivela essere anche un deterrente rispetto a quanti intenderebbero utilizzare canali e torrenti per disfarsi dei rifiuti”.

“I buoni risultati raggiunti  – commentano ancora – sono, senza dubbio, frutto della stretta collaborazione con i gestori dei rifiuti, Ascit Spa.ed il Consorzio di bonifica nelle operazioni materiali e logistiche di rimozione dei rifiuti”.

Il prossimo appuntamento sarà sabato (1 agosto) dalle 7 alle 9 del mattino (per evitare le ore più calde) con partenza dalla scuola media di Lammari.

È necessaria un’attrezzatura individuale di base (stivali, guanti, mascherina). Legambiente fornirà eventuale attrezzatura necessaria, pettorina e cappellino dell’associazione, tutto nel rispetto delle prescrizioni sanitarie in vigore. Chi è interessato può arrivare direttamente sul posto di partenza, previa comunicazione del proprio nominativo e numero telefonico all’indirizzo email: vice.legambientecapannori@gmail.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.