Sgravi sulla Tari, accolte oltre 200 domande dalle imprese

Una misura del Comune per aiutare le attività in crisi per il coronavirus

Sono già più di 200 le domande per l’agevolazione sulla Tari presentate tramite autocertificazione da imprese ed esercizi commerciali del territorio di Capannori che hanno dovuto sospendere l’attività a causa dell’emergenza Covid 19 e che sono state accolte dall’amministrazione comunale in collaborazione con Ascit.

Le agevolazioni prevedono uno sconto immediato del 50% sulla tariffa complessiva dei giorni di sospensione delle attività, che equivale alla parte fissa della tariffa, grazie ad un fondo di 250 mila euro stanziato dal Comune per piccole e medie imprese, negozi ed enti non commerciali, come le società sportive, con ricavi fino a 2 milioni di euro. La possibilità di fare domanda resta aperta fino al prossimo 31 dicembre.

Chi ha già presentato domanda o lo farà entro i primi giorni di settembre e non ha ancora pagato la rata di aprile (posticipata al 15 settembre) riceverà una comunicazione che attesta il riconoscimento del contributo e il minor importo da pagare con la rata del 15 settembre. Chi invece ha già pagato la scadenza di aprile riceverà tramite raccomandata un assegno di importo pari al contributo concesso. La parte restante della tariffa per i giorni di sospensione sarà rimborsata al momento del conguaglio per effetto del regime di tariffa puntuale. Ciò significa che, alla fine, le aziende non avranno pagato nulla per il periodo di sospensione dell’attività.

“Abbiamo iniziato ad erogare i contributi per la tariffa sui rifiuti per le utenze non domestiche che hanno dovuto sospendere l’attività a causa dell’emergenza sanitaria con l’obiettivo di dare un aiuto concreto al tessuto economico del nostro territorio e sono soddisfatto per le più di duecento adesioni finora pervenute – spiega l’assessore all’ambiente Giordano Del Chiaro –. La possibilità di richiedere le agevolazioni resta aperta fino alla fine dell’anno, per cui invito piccole e medie imprese, negozi ed enti non commerciali a cogliere questa opportunità”.

La domanda di autocertificazione è scaricabile dal sito del Comune e da quello di Ascit.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.