Coronavirus, due 19enni di Capannori contagiati: tornavano da una vacanza all’estero

Il bilancio dell'Asl Toscana Nord Ovest: triplicati i casi in una settimana. Due le persone in terapia intensiva

Due 19enni di Capannori, di ritorno da una vacanza all’estero sono risultati positivi al coronavirus. Questa la novità del bollettino settimanale dell’Asl Toscana Nord Ovest.

Sono in tutto 72 i casi di positività al coronavirus riscontrati nell’ultima settimana, dal 3 al 10 di agosto, nel territorio dell’Asl Toscana Nord Ovest. È il dato più alto da svariate settimane e triplica quasi i casi della scorsa settimana.

“È evidente che i casi di nuovi contagi stanno tornando – commenta su Facebook il sindaco di Capannori, Luca Menesini-,  pertanto è bene che tutti, sottolineo tutti, facciano la propria parte applicando sempre i comportamenti corretti, senza abbassare mai la guardia. Detto questo la situazione ad oggi è tranquilla, la Asl lavora sul tracciamento dei contatti stretti e così vengono messe in quarantena preventiva chi potrebbe averlo contratto. Non c’è motivo per cui avere paura e quindi non uscire; non bisogna però nemmeno fare gli spavaldi (per non usare altre parole) e fare come ci pare”.
“Ci sono delle regole – continua – che tutelano noi, gli altri e la salute pubblica in generale: a quelle dobbiamo attenerci. Anche perché passato agosto e settembre si va verso mesi più freddi, dove stare all’aria aperta è più complicato o comunque meno piacevole e quindi è fondamentale arrivarci muniti delle regole anti-contagio.
Ci devono essere gesti e modi di fare (tipo evitare di ammassarsi) che dobbiamo fare nostri. Per adesso è ancora così, ci vuole responsabilità, attenzione e rispetto di tutti. Possiamo farlo – conclude – Forza!”.

Nella zona della Piana di Lucca i casi sono stati 12: 8 a Capannori, 2 a Lucca e uno a Porcari e ad Altopascio. In Valle del Serchio cinque i casi a Barga e 2 a Castelnuovo. Infine in Versilia 8 a Viareggio e 1 a Pietrasanta. Sono 4 i casi da attribuire o riferibili ad un’altra Asl.

Oggi (11 agosto) sono tre gli ulteriori casi positivi: due nella Zona Piana di Lucca (due 19enni di Capannori di rientro da una vacanza all’estero) e uno in Valdera nel comune di Pontedera.

Il totale aggiornato è quindi, con questi ultimi tre casi validati, di 3648 casi positivi sul territorio aziendale.

Guarigioni

Sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest continua ad aumentare il numero dei guariti: ad oggi (11 agosto 2020) si sono registrate 3430  guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”).

Decessi

Ad oggi (11 agosto) i decessi sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest sono 464 (nessun decesso nell’ultima settimana)

Si ribadisce che spetterà comunque all’istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva le morti al coronavirus: si tratta infatti di persone che avevano già patologie concomitanti.

Le zone più colpite, in coerenza e conseguenza ai territori più colpiti dal virus, sono state la Lunigiana (100 decessi, 82 per residenza), la Versilia (con 80 decessi, 81 per residenza) e le Apuane (74 decessi, 69 per residenza).

Ricoveri per Covid

Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19, negli ospedali dell’azienda Usl Toscana nord ovest sono in totale 9, di cui 2 in terapia intensiva.

Persone in isolamento domiciliare

Dal monitoraggio giornaliero, su tutto il territorio dell’azienda Usl Toscana nord ovest, ad oggi (11 agosto) sono 516 (l’altra settimana erano 301) le persone isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Assunzioni in Asl Toscana nord ovest

Dal 15 marzo ad oggi sono state effettuate dall’Asl Toscana nord ovest 1027 assunzioni. Questo ha permesso di dare risposte concrete in un momento di grande difficoltà e sarà fondamentale anche per gestire al meglio la fase di graduale ritorno alla normalità e per garantire una presenza attiva sul territorio.

La maggior parte delle assunzioni ha riguardato gli infermieri: 536 i nuovi assunti, una risorsa importante che va a vantaggio di tutta la popolazione; i medici chiamati a rafforzare la squadra della nord ovest sono stati 135 mentre 231 sono i nuovi OSS e 72 i tecnici di laboratorio e della prevenzione. Inoltre, 90 nuovi operatori sono stati destinati alle Usca ed alle cure intermedie. Sono stati quindi potenziati in questi ultimi mesi i settori più impegnati nell’emergenza Covid ed a maggior rischio.

Riguardo alla distribuzione del nuovo personale nelle Zone, questi i numeri: nelle zone Apuana e Lunigiana i nuovi assunti sono stati 238; la Piana di Lucca e la Valle del Serchio hanno visto un incremento di 202 unità; 133 persone sono state destinate all’Alta Val di Cecina, Valdera e zona Pisana; la zona Livornese, le Valli Etrusche e l’Elba hanno avuto complessivamente 308 nuovi assunti; infine 146 sono state le assunzioni in Versilia. 

La situazione nelle Rsa del territorio aziendale

Dal costante monitoraggio su ospiti e operatori di 119 residenze sanitarie per anziani (Rsa), 8 residenze sanitarie per disabili, 13 comunità alloggio protette e altre 4 strutture a bassa intensità assistenziale presenti sul territorio aziendale, emerge che sui 4646 ospiti sono stati effettuati 5967 tamponi e 4494test sierologici: nessuna persona è attualmente positiva e, sono stati al massimo, nei giorni del “picco”, 345). I decessi sono stati complessivamente 115.

Sui 4767 operatori sono stati eseguiti 5327 tamponi e 4674 test sierologici; i positivi sono 10 (erano 10 anche la scorsa settimana ed erano stati al massimo 129).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.