Tofori, la statua di Maria Santissima in processione per la festa dell’Assunta

Due giorni di celebrazioni in paese per rinnovare la devozione al manufatto di alabastro risalente all'anno Mille

Quest’anno la festa dell’Assunta che si festeggia a Tofori il 14 e 15 agosto sarà resa ancora più solenne dall’esposizione della prodigiosa statua di Maria Santissima che sarà rimossa dalla sua collocazione abituale per essere posta in mezzo ai fedeli.

La piccola statua di alabastro risalente all’anno mille si porta dietro da sempre una storia di fede, devozione e grazie ricevute. Scoperta da un pia pastorella mentre pascolava il gregge non lontano da dove ora sorge la chiesa fu portata a San Gennaro, la cui parrocchia a quel tempo comprendeva anche il territorio di Tofori. Il giorno appresso la statua fu ritrovata nel luogo in cui era stata veduta dalla pia pastorella. Lì fu allora edificata una cappella consacrata alla Vergine Maria dove la statua fu onorevolmente collocata e scelto di solennizzala il giorno 15 agosto.

Nella sua secolare storia la statua della Madonna è stata fatta uscire solo poche volte e solo in particolarissime situazione come la peste che colpì le nostre province (1630-1631 e 1648) la siccità (1779) e per invocare la fine della prima guerra mondiale (1917) ; per il centenario d’Incoronazione (1996) e per quello dell’inaugurazione solenne della chiesa come oggi la vediamo (2005).

Durante questi mesi in cui il contagio da Covid-19 ha imperversato anche nel nostro territorio, in molti sono ricorsi alla preghiera invocando la protezione della Vergine delle Grazie di Tofori tanto da portare il parroco don Damiano Pacini e i parrocchiani di Tofori a decidere di solennizzare nel miglior modo possibile la festa dell’Assunta.

Il programma prevede la celebrazione della santa messa la sera del 14 agosto alle 21 a cui farà seguito la processione con il sacro simulacro accompagnato dai fedeli e dai rappresentanti delle compagnie dei paesi dell’unità parrocchiale Santa Gemma e dei paesi circonvicini così come vuole la tradizione.

I festeggiamenti proseguiranno il giorno 15 agosto con le sante messe alle 7 e alle 8 celebrate all’aperto nei giardini dietro i locali parrocchiali e presieduti dal parroco don Damiano Pacini e alle 9 e alle 11 celebrate in chiesa. Nel pomeriggio alle 17 ci saranno i secondi vespri.

Per tutte le celebrazioni sarà garantito un servizio d’ordine per le misure anti covid e il distanziamento secondo le disposizioni di legge

Per chi volesse approfondire la storia è disponibile il libro Tofori un paese, un’immagine una fede nella collana Capannori, persone e comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.