Scuola al via ad Altopascio con una nuova sezione per la materna a Spianate foto

Con l'apertura stop alle liste d'attesa per Chimenti. Il sindaco D'Ambrosio: "Educazione sempre al centro"

L’avvio del nuovo anno scolastico, ad Altopascio, porta con sé una novità importante: l’eliminazione della annosa lista d’attesa alla scuola materna di Chimenti, con la creazione di una nuova sezione, che trova casa nella elementare di Spianate.

Un obiettivo che si erano dati sia l’amministrazione D’Ambrosio sia l’Istituto comprensivo di Altopascio: in questo modo, infatti, le famiglie non sono più costrette a cercare altrove, in altre scuole del territorio altopascese o, peggio ancora, in altri comuni anche fuori provincia, un posto per i propri figli. Una novità che è stata inaugurata proprio questa mattina (14 settembre), dal sindaco Sara D’Ambrosio, dagli assessori alla scuola, Ilaria Sorini, e ai lavori pubblici, Daniel Toci e dal dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Altopascio, Dario Salti.

I nuovi ambienti, ricavati in due aule contigue al piano terra della scuola elementare di Spianate, sono totalmente rinnovati: nuovi spazi, nuovi arredi, nuove disposizioni, adeguate ai bambini della fascia 0-3 anni, capaci di accogliere i piccoli frequentatori in modo sicuro, anche nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid.

“Ci eravamo posti l’obiettivo di aumentare di una sezione la scuola materna di Chimenti e ci siamo riusciti – spiega il sindaco, Sara D’Ambrosio -. Questo ci permette di dare tre sezioni alla frazione più popolosa di Altopascio, cioè Spianate. Si tratta di un’attenzione forte al territorio e alle famiglie: in questo modo abbiamo esaurito la lista d’attesa. Penso che mettere al centro l’educazione e la scuola significhi anche garantire servizi adeguati, di qualità e realmente rispondenti alle esigenze del territorio. Noi lavoriamo per avere una scuola che sia vicina, realizzata in ambienti sicuri e belli da vivere, capace di innovare e di accogliere”.

Molto soddisfatto anche il dirigente scolastico, Dario Salti. “Voglio augurare un buon anno scolastico 2020/2021 a tutti – aggiunge il dirigente scolastico, Dario Salti -. Non è stato facile arrivare all’apertura delle scuole, non sarà un anno facile, perché dovremo imparare a fare le cose in un modo nuovo. Dobbiamo essere felici, però: siamo riusciti a tornare finalmente a scuola, a fare le lezioni in presenza, in queste scuole che per tanti mesi sono rimaste vuote. Quest’anno abbiamo poi una notizia positiva, che è rappresentata dall’apertura di una nuova sezione di scuola dell’infanzia a Spianate. Abbiamo quindi ottenuto un risultato notevole: tutte le famiglie che hanno chiesto un posto alla scuola dell’infanzia l’hanno ottenuto e per la prima volta dopo tanti anni abbiamo azzerato la lista d’attesa”.

In occasione dell’avvio dell’anno scolastico, il sindaco D’Ambrosio, la giunta e il presidente del consiglio comunale hanno fatto un giro in ogni plesso scolastico, per verificare la situazione e salutare ragazzi, genitori e personale scolastico (docente e non). “La scuola è finalmente e nuovamente aperta – conclude il sindaco D’Ambrosio -. Oggi i nostri ragazzi tornano a scuola in sicurezza, in spazi anche nuovi e con insegnanti nuovi, che, soprattutto alle medie, arriveranno a breve. Le prime settimane saranno di rodaggio e di assestamento un po’ per tutti: serviranno pazienza, comprensione e soprattutto la capacità di tenere insieme la salute, la sicurezza e il diritto allo studio dei nostri bambini e dei nostri ragazzi. Anche per questo motivo abbiamo dato il massimo, abbiamo fatto il possibile e in qualche caso anche l’impossibile: ci saranno alcune cose da aggiustare, come succede sempre quando si ricomincia un percorso, lo faremo in armonia e con la massima disponibilità, sapendo che siamo tutti qui per garantire a ogni ragazzo la cosa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.