Volontari ripuliscono… il mondo nella Piana foto

Un pacifico esercito di volontari pronti a rimboccarsi le maniche per migliorare l’ambiente che ci circonda: torna domani, fino al 18 ottobre, Puliamo il mondo. L’edizione 2020 vedrà le “pettorine gialle” munite di guanti, cappellino, sacchetti per differenziare e rastrello in azione sui territori di Capannori, Porcari e Altopascio, con l’obiettivo di ripulire dai rifiuti i parchi, le aree protette, rii e canali, vie e piazze di tante frazioni.

L’iniziativa è stata presentata oggi (25 settembre) al Comune di Capannori, alla presenza di Maria Cristina Nanni (presidente Legambiente Capannori e Piana Lucchese), dell’assessore Giordano Del Chiaro, del presidente del Consorzio di Bonifica Toscana 1 Ismaele Ridolfi e dei vice-sindaco di Porcari (Franco Fanucchi) e Altopascio (Daniel Toci).
Quest’anno ci sarà anche una raccolta dedicata alle mascherine ed ai guanti abbandonati sul territorio: un gioco di squadra che si avvale di una profonda sinergia tra Legambiente, i tre Comuni interessati, il Consorzio di bonifica, Ascit ed una corposa rete di associazioni di volontariato.
Lo slogan scelto è Distanti ma uniti per l’ambiente: “La distanza – dichiara Nanni – è l’emblema di questi mesi, ma l’unione è la forza che ci spinge verso un mondo che sa rinnovarsi e che tiene all’ambiente ed al territorio. Da parte mia un plauso va a tutti gli organizzatori dell’evento”. Un appuntamento che, secondo Del Chiaro, “non era affatto scontato, ma è stato importante riuscire a portare avanti questa tradizione positiva. Si tratta della prima manifestazione nazionale che si svolge dopo il periodo di pandemia e, per questo, assume un significato ancora più importante. Quest’anno raccoglieremo anche le mascherine usa e getta abbandonate sul territorio ed effettueremo la pesatura dei rifiuti differenziati per avere un’idea degli scarti impropriamente gettati nelle vie, nelle piazze e nelle aree pubbliche”. Per i rappresentanti dei Comuni di Altopascio e Porcari “ora più che mai è il momento di rimboccarsi le maniche per rinforzare il senso di appartenenza ai nostri territori. Serve continuare a sensibilizzare circa la necessità di mantenere comportamenti corretti e rispettosi dell’ambiente in cui viviamo”.

“Puliamo il mondo 2020′ è la prima grande manifestazione nazionale che si svolge dopo il periodo della pandemia e quindi assume un significato ancora più importante – dichiarano l’assessore all’ambiente del Comune di Capannori Giordano Del Chiaro, il vicesindaco di Porcari, Franco Fanucchi ed il vicesindaco di Altopascio Daniel Toci -. Ora più che mai è fondamentale rimboccarci le maniche per rinforzare il senso di appartenenza ai nostri territori, per costruire una nuova armonia tra l’ambiente e le persone. Per questo rinnoviamo il nostro sostegno ancora più convinto a questa tradizionale iniziativa di Legambiente che contribuisce a mantenere puliti i nostri territori, con grande attenzione ai luoghi pubblici, e sensibilizza la cittadinanza sulla necessità di tenere comportamenti corretti e rispettosi dell’ambiente in cui viviamo. L’edizione di quest’anno vedrà due novità: una raccolta dedicata alle mascherine usa e getta abbandonate sul territorio e la pesatura dei vari rifiuti differenziati per avere un’idea più precisa dei volumi relativi ai vari scarti gettati impropriamente nelle vie, piazze e aree pubbliche. Ringraziamo tutti i gruppi di volontari che nei prossimi giorni si impegneranno per rendere molti luoghi più belli e più puliti dando un segnale concreto di grande civiltà”.

Il programma nel dettaglio

Si parte quindi domani (26 settembre) con “Il sabato dell’ambiente”, che si colloca nell’ambito del progetto “Salviamo le tartarughe marine e salviamo il Mediterraneo”, promosso dal Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord. I territori interessati saranno Marlia, Lammari, Gragnano, San Martino in Colle, Paganico, Vorno, Altopascio, Toringo, Verciano e Parezzana. Sempre domani, nel pomeriggio, ecco che i volontari si sposteranno nelle frazioni di Segromigno in Monte, Castelvecchio/Pieve di Compito e Massa Macinaia.
Il 27 settembre sarà la volta di Ruota (alle 15, ritrovo alla chiesa), mentre il 29 settembre si prosegue con Lammari (si parte alle 15 dal parco Micheloni). Il 3 ottobre, ancora, le opere di pulizia interesseranno i territori di Colle di Compito, Matraia, Guamo/Coselli e Capannori, mentre il giorno seguente (4 ottobre) ci si sposta a Porcari, San Pietro a Marcigliano/Valgiano e Sant’Andrea in Caprile. Penultima tappa il 17 ottobre, quando a finire sotto la lente d’ingrandimento delle pettorine gialle sarà Santa Margherita (ritrovo alla chiesa dalle 15). L’ultimo appuntamento è previsto per il 18 ottobre a Porcari (ritrovo al Bar Cavallino dalle 14).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.