Mensa a scuola a Capannori, un gruppo di genitori: “Garanzie sulla sicurezza”

L'appello all'assessore Cecchetti: "Nessun chiarimento su modalità di somministrazione e sanificazione"

Polemica a Capannori, da parte di un gruppo di genitori, per quella che è ritenuta una mancata informazione sul servizio di refezione scolastica.

“Mancano solo pochi giorni e ancora non sappiamo – dicono alcuni genitori –  come si svolgerà il momento del pasto: dalla sanificazione dei tavoli alle modalità di somministrazione. Ma quello che più preoccupa è la mancanza dei menù, specialmente quello delle diete e le informazioni su come verrà svolto questo nuovo servizio, diverso in ogni scuola. Non ci è stata neanche fornita alcuna rassicurazione sugli operatori Cir e non sappiamo se siano in possesso di test sierologici come fu richiesto per le insegnanti”.

“Solitamente – concludono i genitori – queste informazioni ci arrivavano dalla commissione mensa, ma proprio quest’anno non è stata coinvolta, facendo aumentare le nostre preoccupazioni. Il servizio viene regolarmente pagato e non comprende solo un primo, secondo e contorno, la vicinanza a noi utenti è stata completamente dimenticata e proprio in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo. Vogliamo garanzie sulla sicurezza. Ad oggi brancoliamo nel buio e il freddo comunicato di alcuni giorni fa certamente non aiuta”.

“Ci aspettiamo – concludono i genitori – che l’assessore Cecchetti provveda in tempi più che brevi a rimediare a questa mancanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.