Marchetti: “Responsabile di ragioneria in fuga per mancanza di dipendenti”

Il consigliere di Insieme per Altopascio: "Il centrosinistra ha distrutto la macchina comunale"

“Al Comune di Altopascio il responsabile della ragioneria chiede di essere sollevato da un incarico che non può svolgere perché gli sono andati via tutti i dipendenti. In tutto, negli anni di amministrazione D’Ambrosio, se ne sono andati 25 dipendenti su 73, molti in ruoli chiave. Questa sinistra in cerca d’autore ha distrutto la macchina comunale e in più ha beffato i cittadini mutando etichetta, con un trasformismo spregiudicato da Pd a questi Progressisti per Altopascio mai legittimati dal voto dei cittadini”: è quello che sostiene il consigliere comunale di Insieme per Altopascio, Maurizio Marchetti.

“Dopo il caso Remaschi – osserva Marchetti – abbiamo assistito a una maionese impazzita in cui Fabio Coppolella è il filo d’olio versato male. Ha infatti annunciato che da qui in poi sarà bino: in Consiglio comunale rinnegherà il Pd di cui rimane però segretario cittadino, mentre aderisce a questo gruppo Progressisti mai uscito dalle urne. D’Ambrosio & compagni hanno stracciato vessilli di partito, ideali imbandierati fino al momento prima e anche conseguenti indirizzi dell’azione amministrativa territoriale e della collettività. E infatti tutte le opere grandi e piccine promesse cinque anni fa in campagna elettorale e nel corso di questi quattro anni e mezzo sono allo stallo. Nulla fin qui è stato realmente governato e amministrato”.

“Col granello di sabbia della sinistra nell’ingranaggio – sostiene Marchetti – la macchina comunale si è inceppata. Distrutta proprio a livello strutturale con 25 dipendenti in uscita sui 73 di cui consiste la pianta organica. La richiesta di rimozione dall’incarico avanzata poi adesso per se medesimo dal responsabile della ragioneria dimostra plasticamente l’impossibilità tecnica ad operare in simili condizioni. E’ tutto da ricostruire, lo faremo noi dalla prossima primavera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.