Altopascio, ripartono in sicurezza le mense scolastiche

Il via lunedì per i bambini delle materne e delle elementari

Parte la mensa ad Altopascio: lunedì (5 ottobre) i bambini e le bambine delle scuole elementari e materne torneranno a mangiare negli istituti in piena sicurezza, con l’organico a regime e col massimo dell’organizzazione.

“La mensa fa parte del progetto educativo e didattico di ogni ragazzo, l’abbiamo sempre sostenuto – spiegano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore alla scuola, Ilaria Sorini -. E anche quest’anno, nonostante tutte le difficoltà, siamo riusciti a far ripartire la mensa garantendo il massimo della sicurezza ai ragazzi, al personale docente e non docente e alle famiglie, senza toccare le tariffe, che sono tra le più basse della nostra provincia. Abbiamo previsto – grazie al lavoro dell’ufficio servizi educativi – un’organizzazione diversificata scuola per scuola, in base agli spazi e alle possibilità, con l’obiettivo di tenere unito il gruppo classe ed evitare che i bambini di una sezione entrino in contatto con i compagni di un’altra classe. Quest’anno, su decisione dell’Istituto comprensivo e come misura fatta per contenere la diffusione del Covid, la mensa ci sarà nelle quattro scuole dell’infanzia e alle due scuole che fanno il tempo pieno. Tuttavia, pur avendo una riduzione nella preparazione dei pasti, siamo riusciti, in accordo con la CirFood, a non tagliare il personale in servizio,  che è stato riorganizzato nelle varie scuole a supporto delle attività di sporzionamento e distribuzione pasti e sanificazione.  E c’è di più: non rinunciamo alla qualità, perché le cucine interne (Altopascio e Marginone), che abbiamo riportato e riattivato l’anno scorso, sforneranno anche quest’anno i pasti per tutte le scuole comunali, così da offrire ai nostri studenti cibo espresso, fresco e buono”.

Come è organizzato il servizio mensa. Il servizio mensa ci sarà nelle scuole materne di Badia Pozzeveri, Altopascio, Marginone e Chimenti-Spianate e nelle elementari di Altopascio e Marginone.

Ad Altopascio si pranza in classe, mentre  a Badia i bambini mangeranno nel refettorio che è stato suddiviso in tre isole, all’interno delle quali pranzano i bambini appartenenti alla stessa classe così da evitare commistioni tra classi diverse. Stessa cosa succederà all’infanzia di Chimenti. Nella sezione distaccata di Spianate si pranzerà nel refettorio e ci sarà solo quella classe a mensa. Infine, Marginone: anche qui si pranza in aula mensa, che è stata organizzata in due ambienti ben distinti.

I bambini della scuola elementare di Altopascio (5 classi) pranzano in classe, mentre a Marginone due classi mangeranno in aula, le altre, quelle del piano superiore, scenderanno al refettorio e verrà istituito un doppio turno per non mischiare i bambini.

In tutte le scuole, prima e dopo il pranzo viene effettuata la sanificazione dei locali dal personale ATA in servizio e in collaborazione con il personale della Cirfood. Il personale è fornito di tutti i dispositivi di protezione, così come previsto dai protocolli anti-Covid.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.