Presidi sanitari, Lega: “D’Ambrosio si muove troppo tardi”

I consiglieri Marconi e Fagni: "Bacchetta soltanto adesso la Regione"

Simone Marconi e Francesco Fagni, consiglieri comunali della Lega di Altopascio, attaccano il sindaco Sara D’Ambrosio: “E’ veramente singolare ed anche stucchevole, leggere quasi quotidianamente gli appelli/attacchi del Sindaco verso le altre istituzioni. Oggi la bacchettata tocca alla Regione Toscana ma stranamente verso questa istituzione fino a ieri nessun appunto. Non sarà tutto dovuto al fatto che il suo mentore politico oltre ad essere fuggito dal consiglio comunale di Altopascio non è più membro della giunta regionale?”.

“Eppure – proseguono – i motivi per attaccare la Regione c’erano tutti anche prima proprio come ora. Oggi nel mirino ci sono i presìdi sanitari a sostegno degli ospedali. La sindaca dimentica però che sul suo (nostro) territorio ne ha già uno, gestito in maniera ineccepibile da 4 medici di base e da un pediatra, presenti nella struttura e che seguono circa 7000 pazienti. Mai una ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale a questi professionisti che da febbraio, 24 ore al giorno, hanno gestito l’Rsa locale (tra l’altro una delle poche in provincia ad avere zero casi positivi). Ricordiamo poi che in questa struttura fino a pochi anni fa era possibile usufruire del servizio Cup e del prelievo del sangue; quando questi servizi sono stati tagliati come mai la D’Ambrosio non ha fatto appelli? Non appena torneremo al governo del nostro Comune riporteremo questi ed altri importanti servizi all’interno di questa  importante e strategica struttura. Nel frattempo,  vogliamo mostrare tutto il nostro apprezzamento al duro lavoro che stanno facendo oggi questi professionisti ai quali va, a nome di tutta la Comunità altopascese la nostra gratitudine e  il nostro più sentito ringraziamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.