Appello di Menesini: “Niente cenoni e feste per Halloween”

L'invito del sindaco a trascorrere la serata in famiglia o con pochi amici

Halloween in famiglia o con pochi amici senza cenoni e festini. E’ questo l’appello che rivolge ai cittadini il sindaco di Capannori Luca Menesini.

“Domani sera (31 ottobre) è Halloween – scrive -, una ricorrenza che nonostante non trovi tradizione nella nostra storia, sta diventando per i nostri figli, e anche per noi adulti, un’occasione per stare insieme e per divertirci. Non ci giro intorno: quest’anno non potrà essere così. Potrà essere un’occasione speciale da vivere in famiglia o con qualche amico della cerchia più ristretta, ma non può essere un’occasione di ritrovo collettivo o di cenoni o di festini”.

“Domani sera dobbiamo dimostrare tutti un grande senso di responsabilità – prosegue Menesini -, e mandare il chiaro messaggio che noi la nostra parte la facciamo per il bene del Paese, per il funzionamento degli ospedali e della sanità, per vedere il prima possibile le saracinesche dei nostri locali aperte normalmente. Un modo pacifico e forte con cui chiedere a Regioni e Governo di fare la loro, potenziando un sistema sanitario che regge il colpo grazie alla professionalità e all’umanità di medici, infermieri e personale sanitario, ma che necessita di investimenti continui e costanti, perché la salute è un diritto che non può vacillare o essere in contrasto con il diritto al lavoro”.

“So benissimo che i nostri figli ci resteranno male, so benissimo che in una situazione stressante come quella che stiamo vivendo un festino ci starebbe bene, ma dobbiamo guardare un po’ più avanti dell’immediato – prosegue Menesini -. Su una cosa siamo tutti d’accordo: non si muore di solo Covid. Dobbiamo però essere consapevoli che il Covid può incidere indirettamente sulla vita di molte persone, perché se il carico sugli ospedali diventasse insostenibile tutti (anche le persone sane e di ogni età) ci potremmo trovare nella situazione di non ricevere le cure o gli interventi necessari per stare bene. Sappiamo che le occasione di grande socialità come cenoni o festini sono le situazioni “preferite” dal virus, perché gli permettono di diffondersi velocemente e quindi evitiamole. Festeggiamo Halloween in una dimensione più ristretta, familiare o con pochi amici. Divertiamoci in sicurezza. Si può fare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.