Scannerini: “Chiarire meglio le circostanza per gli spostamenti tra Comuni”

Il consigliere comunale di Forza Italia invita il presidente della Regione a fare maggiore chiarezza

“Una delle domande più frequenti richieste dal cittadino ad un amministratore locale è la seguente: posso uscire dal comune per andare ad acquistare qualcosa, dai generi alimentari/prodotti di ristorazione d’asporto, se il punto di arrivo è comunque vicino al mio domicilio? In parole povere; che senso ha andare ad un qualsiasi centro commerciale di Lucca se vivo a Ponte a Moriano e ho l’Esselunga di Marlia a due passi? Questo discorso si estende a qualsiasi altra attività che fornisce beni o servizi”.  E’ l’interrogativo che pone il consigliere comunale di opposizione a Capannori Matteo Scannerini alla luce della nuova ordinanza toscana sugli spostamenti.

“Ebbene – afferma -, a fronte delle ulteriori linee guida previste dalla nuova ordinanza regionale, nulla si specifica sulla questione. Nello scorso lock down, seppur tardi, prevalse il buonsenso. Si consentirono, quasi al termine del periodo di confinamento, gli spostamenti fuori comune per raggiungere attività in linea d’aria più vicine. Di conseguenza ci si aspettava che, per questa seconda ondata, questo punto fosse chiaro ed appurato. Invece no. Risiamo da capo. Con la gente che non riesce a capire se, varcando il confine, rischia la multa oppure no. La maggioranza degli amministratori continua a chiedere l’adozione della soluzione che, anche secondo noi di Forza Italia, è la migliore. Valutare una distanza massima di allontanamento dal domicilio. Criterio della distanza e non della residenza. In questo modo ognuno può raggiungere il proprio panettiere, ristorante, parrucchiere, bar di fiducia senza incorrere in sanzioni. Dalla regione quindi ci aspettiamo una presa di posizione chiara e netta, su questo tema, quanto prima. Il presidente Eugenio Giani si esponga e faccia chiarezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.