Porcari, da Alpipan tre quintali di pasta per le famiglie più fragili

L'assessora Baiocchi: "Vogliamo intervenire in modo puntuale senza erogare benefici a pioggia"

L’azienda Alpipan di Altopascio, guidata dai porcaresi Pierluigi Rumbo e Alberto Gori, ha donato 600 pacchi di pasta da mezzo chilo per le famiglie meno abbienti del territorio comunale di Porcari.

I tre quintali di pasta sono stati ritirati personalmente dall’assessora alle politiche sociali del Comune Lisa Baiocchi, che in queste ore sta coordinando la distribuzione secondo criteri di equità rispetto al bisogno. “Abbiamo il polso delle situazioni più critiche sul territorio – dice Baiocchi – e vogliamo intervenire in modo discreto, ma puntuale. Senza erogare benefici a pioggia, perché si sa che non c’è niente di più ingiusto del fare parti uguali tra diseguali: una frase di don Milani che teniamo ben presente nella nostra politica quotidiana”.

Un gesto che diventa tanto più significativo quanto più l’emergenza sanitaria in corso assume i contorni dell’emergenza economica.

Aggiunge Lisa Baiocchi: “Ringrazio Alpipan per l’ennesima dimostrazione di generosità. La collaborazione con le aziende del territorio si è rivelata strategica fin dalla scorsa primavera nel contenere i contraccolpi della pandemia. Abbiamo dato il via a un modello virtuoso, di grande corresponsabilità sociale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.