Emergenza covid19, Pisani: “Potenziare l’assistenza a domicilio”

Al centro delll'ordine del giorno redatto in accordo con la maggioranza il potenziamento del sistema sanitario pubblico

Potenziare il sistema sanitario pubblico e l’assistenza a domicilio. Sono queste le richieste contenute nell’ordine del giorno che la consigliera comunale Silvana Pisani, capogruppo del gruppo Misto, a nome della maggioranza presenterà al consiglio comunale per fronteggiare l’emergenza covid19.

“Per questo si invita il sindaco a rappresentare al Governo questa necessità fornendo in particolare maggiori risorse a disposizione delle Regioni per aumentare i posti letto, le terapie intensive e sub-intensive, effettuare l’acquisto di apparecchiature occorrenti e le assunzioni di medici e infermieri – spiega la consigliera -. L’obbiettivo è rafforzare sia l’assistenza ospedaliera che la presenza diretta sui territori, affinché siano snellite e velocizzate le operazioni per l’effettuazione dei tamponi, ampliando a tale scopo i punti dedicati, le refertazioni ed il tracciamento dei contagi”.

Nel documento si evidenzia anche la necessità di implementare ulteriormente il numero dei medici ed infermieri dedicati all’assistenza domiciliare degli ammalati curabili senza ricovero. “Potenziando l’assistenza a casa si possono decongestionare gli ospedali, i pronto soccorso ed i reparti, che debbono rimanere impegnati per assistere e curare i casi acuti di Covid 19 senza trascurare tutte le altre patologie, garantendo la continuità assistenziale e la tutela del diritto alla salute, veramente per tutti – va avanti la consigliera -. E’ inoltre necessario creare da parte della Usl un call center sanitario a cui possano rivolgersi i malati di Covid, o chi è in quarantena per ricevere informazioni e indicazioni, sgravando così il lavoro dei medici di base e limitando l’accesso al pronto soccorso”.

“Nel documento esprimiamo un apprezzamento per quanto disposto nel Dpcm del 3 novembre con cui si interviene per la prima volta in forma flessibile sulle misure da adottare in ciascuna Regione per rafforzare il contenimento e la mitigazione del contagio e si riconosce al sindaco e alla giunta l’ impegno profuso per tutelare ed assistere i cittadini capannoresi in difficoltà di salute ed economica, dando continue informazioni e contribuendo, per quanto possibile, a sostenere le attività del territorio – conclude la consigliera -. Nell’ordine del giorno si apprezza, inoltre l’azione svolta dal Centro operativo comunale di Protezione civile di Capannori, che ha ripreso a pieno regime la propria attività per sostenere la popolazione e in particolare chi è in quarantena e gli anziani ed anche l’attività di ascolto con la presenza di figure professionali, tra cui uno psicologo, attiva presso i servizi sociali e che può essere richiesta anche attraverso il Coc”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.