Buoni spesa, anche a Capannori parte l’iter per la richiesta

Da lunedì 7 dicembre le famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza potranno prendere appuntamento per recarsi in uno dei cinque sportelli territoriali

Da lunedì (7 dicembre) anche a Capannori partirà l’iter per la richiesta dei buoni spesa previsti per le famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus. Con i buoni spesa istituiti dall’amministrazione Menesini, grazie alle risorse messe a disposizione dal Governo ed erogati dallo sportello emergenza, i beneficiari potranno acquistare generi alimentari e di prima necessità come prodotti per l’igiene personale e della casa, farmaci e integratori alimentari, sia nei negozi di vicinato del territorio, sia nei punti vendita della grande distribuzione che aderiscono al progetto.

Il valore totale dei buoni spesa per i nuclei familiari composti da una sola persona è di 180 euro, per i nuclei familiari composti da due persone è di 240 euro, per i nuclei familiari con tre persone è di 300 euro, per i nuclei con quattro persone è di 360 euro, mentre per quelli con cinque componenti è di 420 euro. Per le famiglie con più di cinque componenti si aggiungono 60 euro per ciascun familiare. Inoltre, per le famiglie con bambini tra 0 e 36 mesi sono previsti 60 euro aggiuntivi. Gli importi si dimezzano nel caso in cui le famiglie percepiscano già altri contributi. I buoni saranno erogati in un’unica soluzione.

Per accedere al beneficio economico è necessario essere residenti nel Comune di Capannori e avere un introito economico mensile attuale del nucleo familiare inferiore ai seguenti importi: 1030 euro per un nucleo fino a due componenti; 1545 euro per un nucleo di tre componenti, 2060 euro per un nucleo di quattro componenti, 2575 euro per un nucleo di cinque o più componenti. Inoltre è necessario possedere una somma del saldo al 30 novembre 2020 dei conti correnti intestati ai componenti del nucleo familiare presso depositi bancari o postali che non sia superiore a 6 mila euro.

“Abbiamo colto tempestivamente l’opportunità di erogare i buoni spesa destinati alle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, utilizzando i fondi ministeriali, per dare il prima possibile un sostegno concreto a chi versa in condizioni di necessità in questo momento particolarmente critico – afferma il vice sindaco con delega alle politiche sociali Matteo Francesconi -. Una misura molto attesa dai Comuni di cui si sono fatti portavoce in Parlamento alcuni senatori e che è stata prontamente accolta dal Governo. Rispetto alla stessa misura erogata ad aprile scorso abbiamo deciso di aumentare l’importo dei buoni spesa per coloro che vivono da soli, che devono affrontare più spese fisse rispetto ad una famiglia con più componenti dove possono esserci varie entrate e quindi una suddivisione delle spese. Allo stesso tempo abbiamo introdotto un bonus aggiuntivo per le famiglie con bambini da 0 a 36 mesi. Inoltre abbiamo deciso che, diversamente da aprile, visto il perdurare dello stato di emergenza e quindi l’aggravarsi delle situazioni delle famiglie appartenenti alla fasce deboli tra cui molte già in carico ai servizi sociali del Comune, possono ottenere il buono spesa anche coloro che già beneficiano di altri contributi, sebbene con importo dimezzato”.

Da lunedì prossimo dalle 9 sarà possibile chiedere informazioni sui buoni spesa o prendere appuntamento per recarsi in uno degli sportelli territoriali, sia telefonicamente al numero 0583 428723 che via email scrivendo all’indirizzo emergenza@comune.capannori.lu.it. Il servizio di informazione e registrazione appuntamenti è attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 14, il martedì e giovedì anche nell’orario dalle 14,30 alle 17,30 e in via eccezionale lunedì 7 dicembre e mercoledì 9 dicembre anche dalle 14,30 alle 17,30. Da mercoledì (9 dicembre) alle 9 sarà possibile inoltrare la domanda per richiedere i buoni spesa tramite un form presente sul sito internet del Comune nella sezione ‘Servizi online’ solo tramite identità digitale Spid.

I cittadini non dotati di Spid, o che comunque non possono utilizzare la procedura informatica online per inoltrare la domanda, possono recarsi, previo appuntamento, a uno degli sportelli territoriali appositamente attivati nella sede comunale di piazza Aldo Moro, alla biblioteca Artèmisia a Tassignano, allo sportello al cittadino di San Leonardo in Treponzio e allo sportello al cittadino di Marlia. Una volta inoltrata la richiesta e in seguito alle opportune verifiche da parte degli uffici, i beneficiari saranno ricontattati per il ritiro dei buoni spesa in uno dei cinque sportelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.