Mercato di Altopascio, prolungato l’orario di apertura dei banchi

Govedì (17 dicembre) resterà aperto fino alle 16 e il 24 dicembre fino alle 14

I mercati settimanali di Altopascio di giovedì (17 dicembre) e giovedì 24 dicembre avranno una apertura prolungata dei banchi: il primo fino alle 16 e quello della vigilia fino alle 14. L’amministrazione comunale ha accolto la richiesta presentata da Confesercenti Toscana nord: “Per dare una opportunità in più, in ottica shopping natalizio, anche ad un settore pesantemente colpito dalle restrizioni coronavirus come quello degli ambulanti – spiega il responsabile Lucca Daniele Benvenuti -, considerando poi che l’ultimo Dpcm consente ai negozi di rimanere aperti fino alle 21. Ringraziamo il sindaco Sara D’Ambrosio per aver compreso le ragioni della nostra richiesta accordando il prolungamento, sindaco che già nelle settimane scorse aveva dato risposte immediate alla categoria”.

Una iniziativa di concerto con i commercianti a posto fisso che comunque avranno la strada riaperta al traffico nel pomeriggio. Ancora Benvenuti: “Siamo convinti che ambulanti e commercianti a posto fisso avranno solo vantaggi da questa iniziativa ovviamente nel totale rispetto dei protocolli sanitari. Protocolli che i commercianti hanno sempre applicato con rigore. Ricordiamo anche che per quanto riguarda il mercato del 17, pur essendo ancora in zona arancione, ci sarà possibilità di raggiungerlo anche dai comuni limitrofi come previsto dall’ordinanza del governatore Giani. La settimana prossima, con il tanto atteso ritorno in zona gialla, non ci saranno alcune restrizioni”. 

“Gli operatori del mercato sono una delle categorie più colpite dalle conseguenze economiche del coronavirus – conclude il sindaco, Sara D’Ambrosio -, per questo motivo abbiamo deciso di accogliere le richieste di Confesercenti Toscana Nord, che ci consentono di dare un supporto agli ambulanti e, dall’altra, di aprire il paese nel pomeriggio per consentire ai negozi e alle attività commerciali in generale di lavorare al meglio. Sappiamo quanto il commercio stia soffrendo: noi ci siamo con interventi continuativi, perché tutelare il commercio locale significa salvare i nostri centri, i nostri paesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.