Altopascio nel portale del ministero per le buone pratiche per le famiglie con l’asilo Primo Volo foto

Soddisfazione del sindaco Sara D'Ambrosio e dell'assessore Ilaria Sorini

Nelle buone pratiche italiane per le politiche per la famiglia c’è Altopascio. L’asilo nido comunale Primo Volo, infatti, è inserito nel portale ministeriale delle buone pratiche territoriali sulle politiche della famiglia messe in campo da regioni e comuni italiani.

La mappatura è stata realizzata dal Dipartimento per le politiche della famiglia in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti di Firenze (Idi), la più antica istituzione pubblica italiana dedicata alla tutela dei bambini che ogni anno pubblica la mappa dei migliori servizi italiani pensati e realizzati per l’infanzia e per il sostegno alla genitorialità.

“Per la provincia di Lucca sono citati due comuni: Altopascio e Viareggio – commentano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore alle politiche formative, Ilaria Sorini – È per tutti un elemento di grande soddisfazione, perché l’asilo nido comunale rappresenta un punto di riferimento per la nostra comunità, dal punto di vista pedagogico ed educativo, in quanto intende rispondere alle importanti esigenze di crescita dei bambini secondo la più aggiornata metodologia educativa, oltre ad essere punto di riferimento per i genitori che affrontano, anche per la prima volta, il loro prezioso e delicato ruolo parentale. E di questo dobbiamo ringraziare gli educatori e il personale dei servizi educativi comunali, altamente qualificato e preparato. La nostra politica è stata fin dall’inizio in favore della genitorialità, delle famiglie e dei più giovani”.

“Sempre più, infatti, vogliamo connotare Altopascio come il paese delle bambine e dei bambini, dove attraverso servizi, agevolazioni fiscali e progetti specifici, le famiglie e i giovani possano sentirsi pienamente supportati e valorizzati – proseguono – Fa tutto parte di un percorso preciso: garantire i servizi, garantire la qualità e abbassare per quanto possibile le tasse. Basti pensare a questo proposito che le rette del nostro asilo nido sono più basse del 20 per cento rispetto alla media regionale e le famiglie che scelgono il tempo pieno devono sostenere solo poche decine di euro in più rispetto al tempo corto. Inoltre, con la rivisitazione delle fasce Isee e le risorse provenienti dal Miur e dalla Regione Toscana, riusciamo a scontare le rette per il nido fino al 50 per cento se non addirittura rendere il servizio totalmente gratuito”.

L’obiettivo principale del nido Primo Volo è offrire ai bambini diversificate esperienze ricche di contenuti per lo sviluppo di tutte le intelligenze, da quella cognitiva a quella emotiva e relazionale. Le attività svolte all’interno del nido a favore dei bambini sono molteplici e spaziano in diverse dimensioni: manualità, arte, lettura, fortificazione delle routine, gioco libero, laboratori strutturati utilizzando materiali naturali, sperimentazione della natura e altre ancora. Le attività a favore delle famiglie: consulenza educativa, laboratori con i genitori, incontri a tema. A questi si aggiungono il percorso con Nati per leggere, l’associazione che promuove la lettura fin da piccolissimi, e il progetto Tu qui, il percorso gratuito dedicato ai neogenitori. Il nido ha inoltre da alcuni anni attivato anche rapporti con paesi europei per alcuni progetti di collaborazione in ambito pedagogico e formativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.