Giornata della Memoria e del Ricordo, ecco le iniziative in programma a Capannori

Dalla conferenza online su i 'Dottorini di Marlia' ed Erno Erbstein alla presentazione del libro di Silvia Dai Pra'

L’amministrazione comunale di Capannori celebrerà con alcune iniziative la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo.

Mercoledì (27 gennaio) alle 15,30 è in programma una conferenza online che sarà trasmessa in diretta sul canale Youtube del Comune intitolata La giornata della Memoria attraverso i ‘Dottorini di Marlia’ ed Erno Erbstein. L’evento sarà coordinato da Luciano Luciani e vedrà relatrici Ave Marchi e Lorena Lukacs. Al centro dell’incontro ci saranno le storie di Erno Erbstein, calciatore e allenatore di calcio ungherese, che fu allenatore della Lucchese dal 1933 fino al 1938, e dei ‘Dottorini di Marlia’ che, arrivati dall’Ungheria, trovarono a Capannori felicità e gratificazioni professionali fino a quando non furono costretti a fuggire a causa delle leggi razziali. In programma anche un estratto del documentario L’allenatore errante realizzato da Pier Dario Marzi ed Emmanuel Pesi.

Sempre il 27 gennaio, alle 10,30, sul profilo Facebook del Comune sarà possibile assistere al reading teatrale La Tregua tratto dall’omonimo libro di Primo Levi con Marco Brinzi e musiche di Luca Giovacchini. L’evento è promosso in collaborazione con Liberation Route Italia, la Provincia e vari Comuni del territorio provinciale.

In occasione del ‘Giorno del Ricordo’, giovedì 11 febbraio alle 18 è inoltre in programma sul Canale YouTube del Comune la presentazione del libro di Silvia Dai Pra’ Senza salutare nessuno, un ritorno in Istria alla quale sarà presente l’autrice, coordinata da Armando Sestani dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età Contemporanea in provincia di Lucca.

“E’ estremamente necessario mantenere viva la memoria sulla tragedia della Shoa e su quella delle Foibe per rendere omaggio alle innumerevoli vittime innocenti e per costruire un futuro di pace e speranza – afferma l’assessore alla cultura Francesco Cecchetti -. Per questo abbiamo promosso alcune iniziative per tramandare la memoria, soprattutto alle nuove generazioni su queste tragiche pagine della nostra storia. Invito tutti a seguirle, affinché cresca nella comunità la conoscenza e la consapevolezza di quanto accaduto, affinché davvero non debba mai più ripetersi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.