Lammari, due fabbricati dismessi diventeranno 6 unità immobiliari

L'assessore Del Chiaro: "Siamo di fronte ad un importante intervento di rigenerazione urbana"

A Lammari un’ampia area tra via del Cimitero e via San Cristoforo finora destinata alla produzione diventerà una zona residenziale. E’ quanto inserito nel nuovo piano attuativo per il quale ieri (11 febbraio) è stata firmata la convenzione tra il Comune e i privati.

Il piano prevede la demolizione di due fabbricati ex produttivi dismessi da alcuni anni attualmente in stato di degrado e con copertura eternit e l’utilizzo della superficie occupata dai capannoni, di circa 800 metri quadrati, per la costruzione di 6 unità immobiliari distribuite in 5 fabbricati. I privati realizzeranno alcune opere pubbliche, come un parcheggio ad uso pubblico con 14 posti auto, un marciapiede ed una piccola area a verde. Da parte sua il Comune si occuperà dell’estensione della rete idrica in via S.Cristoforo.

“Siamo di fronte ad un importante intervento di rigenerazione urbana in linea con uno degli obiettivi principali della pianificazione urbanistica che stiamo portando avanti con il nuovo piano strutturale in fase di realizzazione, ossia quello di evitare nuovo consumo di suolo riconvertendo volumetrie esistenti per nuovi interventi edilizi – spiega l’assessore all’urbanistica, Giordano Del Chiaro -. Un piano attuativo che aderisce appieno alla strategia di delocalizzare i siti produttivi che nel corso degli anni sono nati in zone residenziali, restituendo spazi e vivibilità ai nostri paesi. Un intervento realizzato ad opera di privati, che comporterà una riqualificazione complessiva di un’ampia area inserita nel centro di Lammari, mettendo anche a disposizione dei cittadini nuovi spazi”.

Entro un anno i privati dovranno iniziare a realizzare le opere pubbliche, che poi saranno completate l’anno successivo contestualmente alla realizzazione dei fabbricati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.