Vigili del fuoco, prove di soccorso acquatico alla piscina di Capannori foto

La seconda fase del concorso resa possibile dalla disponibilità di Comune e società che gestisce l'impianto

Il coronavirus aveva fermato anche le prove del percorso per diventare vigile del fuoco e soccorritore acquatico. Un problema generale che in Lucchesia è stato risolto grazie alla messa a disposizione della piscina di Capannori, per le prove acquatiche di coloro che hanno superato la prima fase concorsuale per diventare vigili del fuoco.

E’ il sindacato Conapo ad annunciarlo con soddisfazione, spiegando di aver contattato il sindaco Luca Menesini ed aver trovato subito disponibilità in questo senso anche da parte della Capannori Servizi srl che gestisce l’impianto della piscina.

Così, nel rispetto delle normative anticovid, le porte dell’impianto sono state aperte al corso e alle prove per gli aspiranti vigili del fuoco sotto il coordinamento del vigile del fuoco Angelo Bertuccelli. “Ringraziamo – spiega il Conapo – il sindaco Menesini e la Capannori Servizi per la loro sensibilità e per la disponibilità dimostrata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.