Altopascio, 70 mila euro a sostegno del mondo dello sport e del volontariato

Il fondo stanziato dall'amministrazione D'Ambrosio è stato destinato a 15 realtà del territorio

Un sostegno economico al mondo sportivo e a quello del terzo settore. È questo lo scopo del fondo da 70 mila euro erogato dall’amministrazione D’Ambrosio che ha interessato quindici realtà del territorio comunale, tra associazioni sportive che gestiscono impianti comunali (sette realtà per un contributo massimo di 6 mila euro ciascuna), associazioni del terzo settore operanti nell’ambito socio-sanitario e comitati paesani (cinque realtà per un contributo massimo di 10 mila euro ciascuna) e Caritas parrocchiali (tre realtà per un contributo massimo di 4 mila euro ciascuna).

“L’avevamo detto, lo abbiamo fatto – spiegano la sindaca Sara D’Ambrosio e l’assessora al sociale Ilaria Sorini -. Non potevamo lasciare fuori il mondo sportivo e del volontariato dagli aiuti, perché anche loro stanno vivendo direttamente gli effetti più difficili del Covid-19.  Per questo motivo abbiamo deciso di creare un fondo specifico per questi settori, che rappresentano l’anima aggregativa, giovanile, sociale, solidale della nostra comunità. Pensiamo allo sport, per esempio, soprattutto quello di squadra e di contatto: in molti casi si tratta di realtà ferme da mesi, in altri di realtà che hanno dovuto riprogrammare tutte le attività e hanno dovuto rinunciare a eventi, iniziative, tornei grazie ai quali avrebbero comunque potuto sostenere anche parte del loro lavoro. Oppure pensiamo alle associazioni di volontariato, realtà impegnate in prima linea da mesi nella gestione dell’emergenza e nel supportare anche l’amministrazione comunale, soprattutto per quanto riguarda gli interventi di protezione civile: a tutte loro va il nostro ringraziamento più grande, perché stanno svolgendo un operato insostituibile. Le realtà sportive altopascesi che invece operano in strutture proprie o in affitto, hanno potuto partecipare all’altro bando, quello da 300 mila euro, dedicato alle attività commerciali, culturali, turistiche, artigianali e anche sportive del nostro territorio, il cui iter è in via di conclusione”.

Sempre nell’ambito delle risorse erogate al mondo delle associazioni sportive, l’amministrazione comunale ha poi destinato ulteriori 30 mila alle società che hanno organizzato i campi estivi 2020, mentre 10 mila euro sono i fondi destinati alle famiglie, che hanno così potuto contare su sconti e agevolazioni per iscrivere i figli alle attività estive.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.