Sodini (Fdi): “Pista ciclabile a Lammari rende il percorso insidioso per le auto” foto

Per l'esponente di Fratelli d'Italia occorrono "percorsi alternativi, anziché restringere strade di intensa viabilità"

“In questi ultimi giorni, il problema delle piste ciclabili sul nostro comune è tornato particolarmente alla ribalta. La questione è stata sollevata da alcuni cittadini residenti, in particolare a Lammari, nel tratto dalla caserma dei carabinieri all’incrocio con via di Liso“. Ad affermarlo è Flavio Sodini di Fratelli d’Italia Capannori.

“Le perplessità – spiega – nascono dal fatto che in quel tratto la strada è stata ristretta molto e in più, in prossimità dell’incrocio, il cordolo che delimita la ciclabile è stato costruito in modo tale da costringere gli automobilisti ad effettuare manovre repentine per chi procede verso la Madonnina. Inoltre vi è scarsa visibilità per chi deve uscire da casa ed immettersi sulla strada poichè la ciclabile è ‘a raso’ con le uscite. Scarsa visibilità che si riscontra anche quando cala il sole: al buio il cordolo è difficilmente visibile: non sarebbe utile mettere dei catadiottri o dei rifrangenti in modo da segnalare la sua presenza?”.

“Le piste ciclabili sono una buona idea – conclude Sodini – però sarebbero stati più idonei percorsi alternativi, anziché restringere strade di intensa viabilità, prendendo magari spunto da ciclabili realizzate in altre città e adattandole poi al nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.