Scuolabus, a Porcari rata di aprile dimezzata per il servizio non usufruito in zona rossa foto

Ad annunciarlo l'assessora Lamandini: "Un segnale di vicinanza alle famiglie, già messe a dura prova"

Servizi scolastici, ad aprile a Porcari le famiglie non pagheranno per intero l’ultima rata poiché vedranno scalato l’importo per il periodo non utilizzato durante la ‘zona rossa’.

Ad annunciarlo l’assessora Eleonora Lamandini: “Un segnale di vicinanza alle famiglie, già messe a dura prova dalle complicazioni economiche dell’emergenza sanitaria ancora oggi in corso. Abbiamo ritenuto giusto far così, perché così agisce una comunità”.

Dal 15 novembre al 5 dicembre la Toscana è stata zona rossa – spiega – Ricorderemo, infatti, che in quelle tre settimane la didattica a distanza è stata portata al 100 per cento per le classi seconde e terze della scuola secondaria inferiore. Per quasi un mese la scuola Pea è stata semivuota. C’erano solo le prime, classi che il decreto del presidente del consiglio ha voluto ‘graziare’ per non complicare ulteriormente quel passaggio delicato, per ogni studente, che è l’ingresso alla scuola media”.

“Anche i servizi scolastici, come lo scuolabus, hanno avuto una parziale battuta d’arresto in quelle tre settimane. In questi giorni sono arrivate la seconda e terza rata da pagare dello scuolabus. Come amministrazione comunale abbiamo deciso di detrarre quindi dall’ultima rata – in scadenza ad aprile – l’importo equivalente al costo del servizio non usufruito”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.