Smog, scattano i divieti per riscaldamenti e veicoli inquinanti

L'ordinanza sarà in vigore a Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo da domani (24 febbraio) a lunedì

Da domani (24 febbraio) a lunedì (1 marzo) nella Piana di Lucca scatteranno i divieti relativi agli impianti di riscaldamento e alla circolazione dei veicoli. E’ quanto recita il testo della nuova ordinanza congiunta dei Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo dopo la nota di Arpat.

Il valore della media giornaliera di Pm10 negli ultimi sette giorni, registrati dalle stazioni di fondo della rete di rilevamento della qualità dell’aria, ha infatti registrato il superamento del valore limite giornaliero e i Comuni, viste le previsioni meteo del Lamma rispetto alla capacità dell’atmosfera di favorire l’accumulo degli inquinanti nei bassi strati, hanno deciso di emanare l’ordinanza a tutela della qualità dell’aria.

Nelle abitazioni poste nei territori comunali a un’altezza uguale o inferiore a 200 metri sul livello del mare, è vietato quindi accendere gli impianti di riscaldamento domestico a biomasse nel caso in cui questi non siano l’unica fonte di riscaldamento per l’unità abitativa. Il divieto di uso di legna da ardere riguarda i caminetti o gli altri impianti di qualsiasi tipo che non garantiscano un rendimento energetico adeguato e basse emissioni di monossido di carbonio ad esclusione delle stufe a pellet.

Negli stessi giorni, dalle 7,30 alle 19,30, nei rispettivi territori comunali, non potranno circolare le autovetture diesel e benzina euro zero, euro 1 ed euro 2 e i veicoli merci euro zero, euro 1 ed euro 2 diesel; ciclomotori e motoveicoli euro zero (omologati prima del 17 giugno 1999) euro 1 (omologati dopo il 17 giugno 1999); veicoli ad uso speciale euro zero; autobus euro zero. Il provvedimento, obbligatorio, è previsto dal Piano di azione comunale sottoscritto dalle amministrazioni comunali della Piana di Lucca. Inoltre rientra nelle misure inserite nel Piano regionale per la qualità dell’aria approvato dalla Regione Toscana che impone ai Comuni azioni contingibili e urgenti finalizzate alla riduzione delle emissioni di polveri sottili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.