Quantcast

Da Villa Basilica ‘no’ unanime alla chiusura del Banco Bpm di Botticino

Amministrazione comunale, aziende e cittadini si schierano contro la chiusura della filiale prevista per il 30 giugno

No alla chiusura della filiale del Banco Bpm di Botticino“. E’ questa la posizione netta e unanime emersa ieri sera (23 febbraio) nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Villa Basilica.

“Come amministrazione comunale – spiega la sindaca Elisa Anelli – dobbiamo fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per impedire la chiusura dell’unico sportello bancario del territorio, prevista per il prossimo 30 giugno. La filiale di Botticino rientra nel piano di razionalizzazione degli uffici più periferici della provincia di Lucca, definito dalla sede centrale di Milano, perché considerata antieconomica. Al di là della modalità discutibile con cui l’amministrazione è stata messa a conoscenza di questa circostanza, non possiamo permetterci questa chiusura: il territorio rischia un impoverimento dei servizi e numerosi disagi per tutta la comunità. Abbiamo recepito immediatamente le istanze e i bisogni dei cittadini, che si sono attivati attraverso una raccolta firme, per opporci alla chiusura della filiale di zona, tentando ogni azione possibile”.

Un punto di vista condiviso anche dal vice sindaco Giordano Ballini, secondo il quale “la chiusura della filiale del Banco Bpm di Botticino provocherà grandi disservizi a tutti i cittadini e alle imprese del territorio. A pagarne il prezzo più alto sarà la popolazione più anziana, che ha poca dimestichezza coi servizi online e che svolge in filiale tutte le operazioni bancarie, dalle più semplici alle più complesse. Se la chiusura non sarà impedita, lo sportello di riferimento per tutto il territorio di Villa Basilica sarà quello di Lappato, che si trova a oltre 15 chilometri. Oltre al problema della distanza, l’ufficio di Lappato non offre neppure un parcheggio adeguato ad accogliere il nuovo flusso di clienti, perché saranno convogliati lì anche tutti i servizi alle imprese”.

Il Comune di Villa Basilica ha coinvolto oltre 20 aziende del territorio, chiedendo loro di sostenere l’azione portata avanti dall’amministrazione. La risposta è stata unanime e recepita dal consiglio comunale: la chiusura della filiale di Botticino è da scongiurarsi, per evitare disagi anche a tutte le imprese presenti. Alla raccolta firme promossa dai residenti della zona hanno inoltre aderito più di 130 cittadini.

Su proposta dei consiglieri, l’ordine del giorno approvato all’unanimità, e i documenti allegati, saranno trasmessi agli altri comuni della provincia di Lucca che sono interessati dalla razionalizzazione delle filiali periferiche del Banco Bpm, per agire in sinergia. Il Comune di Villa Basilica è l’unico, tra quelli coinvolti, ad aver intrapreso un’iniziativa istituzionale per impedire l’impoverimento delle zone più periferiche della provincia: la questione sarà posta all’attenzione della direzione generale del Banco Bpm, del Ministero dell’economia e delle finanze, della Provincia di Lucca, del presidente della Regione Toscana e ai parlamentari eletti nei collegi elettorali locali.

L’amministrazione Anelli, inoltre, sta vagliando la possibilità di rivolgersi ad altri istituti di credito, per capire la loro disponibilità ad aprire una filiale nel comune di Villa Basilica per non lasciare il territorio totalmente privo di uno sportello bancario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.