Quantcast

Ad Altopascio tornano i buoni spesa alimentari per i cittadini in difficoltà

E' possibile richiedere i buoni spesa da lunedì (8 marzo) fino alle 24 di sabato 20 marzo

Ad Altopascio tornano i buoni spesa. Da lunedì (8 marzo) sarà infatti possibile compilare il modulo online sul sito del Comune di Altopascio per poter richiedere nuovamente i buoni spesa alimentari. Tra le novità di questa terza mandata, voluta dall’amministrazione comunale, c’è la possibilità che a richiedere i buoni siano anche i nuclei familiari con redditi formati esclusivamente da pensione.

Un modo, quest’ultimo, per intercettare e sostenere anche quella fascia di cittadini in forte difficoltà economica, spesso anziana e spesso unica fonte di sostentamento per i figli o i nipoti. Per chiederei buoni spesa c’è tempo fino alle 24 di sabato 20 marzo. A tutti coloro che hanno i requisiti sarà consegnata una carta prepagata, che funziona esattamente come un bancomat, ma, a differenza di un bancomat, non ha bisogno del pin. Sulla carta sono caricati gli importi riconosciuti dal bando. I cittadini potranno spendere le risorse dove vogliono, nei negozi di alimentari, latticini, panifici, prodotti tipici, discount, drogherie, grandi magazzini, spacci, surgelati e supermercati che accettano il circuito Mastercard.

“Attraverso il bando – spiegano la sindaca di Altopascio Sara D’Ambrosio e l’assessora al sociale Ilaria Sorini – andiamo nuovamente a intervenire verso coloro che stanno subendo maggiormente le conseguenze economiche del Covid-19 e che si trovano in uno stato di effettivo bisogno.  a sostenere chi, più di altri, sta subendo le conseguenze economiche della pandemia e ha quindi bisogno di un aiuto efficace. Abbiamo voluto aggiungere tra i destinatari di questo nuovo bando anche i nuclei il cui reddito è formato esclusivamente dalla pensione, perché in questo modo riusciamo a intercettare i bisogni anche dei più anziani e riusciamo a intervenire in quelle situazioni dove la pensione rappresenta la forma di sostentamento dell’intera famiglia. Questa misura va a sommarsi a quella del bando per le famiglie e del fondo per l’acquisto di pc, tablet e strumenti per la connettività per i ragazzi delle scuole, misure che vanno nella direzione di sostenere le famiglie e non lasciare indietro nessuno”.

E’ possibile compilare la domanda per richiedere i buoni spesa online. Per i pensionati l’amministrazione comunale ha previsto un supporto alla compilazione: è sufficiente chiamare l’Urp al numero 0583 216455 che darà loro un appuntamento, supportandoli nell’invio della domanda.

Il bando è rivolto a tutti quei soggetti che rientrano in almeno una delle seguenti casistiche: lavoratori autonomi o lavoratori con contratti di collaborazione colpiti da chiusura o sospensione dell’attività a causa Covid19; lavoratori dipendenti con almeno 4 settimane di cassa integrazione nell’anno 2020; lavoratori stagionali con contratto di lavoro concluso tra settembre 2019 e Gennaio 2021; nuclei familiari con redditi formati esclusivamente da pensione il cui importo mensile sia pari o inferiore a 684,74 euro al mese per ciascun pensionato. Il buono spesa viene erogato in un’unica soluzione, è commisurato al numero di componenti del nucleo familiare: 100 euro (fino a 2 persone), 200 euro (da 3 a 4 persone), 300 euro (oltre 5 persone).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.